Epson Environmental Vision 2050

Epson illustra tutti gli impegni, le iniziative significative ed i risultati conseguiti per contrastare il riscaldamento globale, l'esaurimento delle risorse ambientali e la perdita della biodiversità.

Pubblicata il: 30/04/2010 12:00

Redazione GreenCity

Akihiko Sakai, Executive Officer Corporate Strategy Office di Seiko Epson, nel corso di una conferenza stampa che tenne a Bruxelles il 16 giugno 2008, introdusse l'Environmental Vision, la strategia ambientale del gruppo per i prossimi decenni.
Sakai delineò un ambizioso e articolato programma per affrontare alcune delle più imminenti emergenze ambientali che coinvolgeranno il pianeta e i suoi abitanti da qui al 2050, spiegando più in dettaglio le attività pianificate da Epson per i futuri 10 anni. 
Tra gli obiettivi fissati, il maggiore rilievo è stato dato al programma per la riduzione delle emissioni di CO2 prodotte da Seiko durante il ciclo di vita dei prodotti e delle attività, attraverso misure di riciclo e di riutilizzo. 

Questi sono i quattro obiettivi principali dell'Environmental Vision 2050
- Riduzione delle emissioni di CO2 del 90% nell'intero ciclo di vita dei prodotti.
- Introduzione di tutti i prodotti nel ciclo di riciclaggio e riutilizzo delle risorse. 
- Riduzione delle emissioni dirette di CO2 del 90% rispetto al livello riscontrato nel 2008, ed eliminazione delle emissioni dei gas diversi dalla CO2 causa del riscaldamento globale.
- Ripristino e preservazione della biodiversità come parte dell'ecosistema.

Questi sono gli obiettivi totali che Epson ha deciso di raggiungere entro l'anno 2050. Per questo, ha, in un primo momento, definito gli obiettivi da raggiungere entro il 2018:
- ridurre le proprie emissioni di CO2 nella produzione dei componenti e tramite progetti che portino al risparmio di energia e di risorse;
- pianificare e implementare un modello di business basato su strutture di lunga durata che possano essere restituiti a Epson;
- dimezzare il consumo energetico nelle camere bianche
- dare vita a una struttura per raccogliere, mettere in atto e supportare le idee di chi lavora in Epson e intraprendere iniziative di riforestazione con la partecipazione dei dipendenti.
"Epson sta lanciando un chiaro segnale al mondo: siamo seriamente intenzionati ad affrontare le sfide ambientali che hanno un impatto globale. Il nostro obiettivo entro il 2050 è ridurre del 90% le emissioni di CO2 derivanti dal ciclo di vita dei nostri prodotti e servizi, per mantenere i livelli di emissioni al di sotto della capacità di assorbimento di CO2 della Terra. La nostra sfida, che rivolgiamo anche altri esponenti del settore della stampa e dell'imaging, è di raggiungere o superare i nostri obiettivi. Questo è l'unico caso in cui saremmo felici di arrivare secondi", ha dichiarato Akihiko Sakai.
Sul fronte dei cambiamenti climatici quindi, gli obiettivi di Epson per il 2050 prevedono la riduzione delle emissioni di CO2 del 90%, fino a circa 100.000 tonnellate, e l'eliminazione completa degli altri gas causa dell'effetto serra. Epson raggiungerà questo obiettivo con la riduzione dell'anidride carbonica utilizzata nelle camere bianche, che da sola rappresenta attualmente circa il 40% di tutte le emissioni del Gruppo.

Sommario:

Pagina successiva >>>

Cosa ne pensi di questa notizia?