Fotovoltaico: premi per il Made in UE e zone critiche in Alto Adige

Il 4° conto energia contiene un sistema di premiazione, che incentiva l'installazione di componenti fotovoltaici prodotti nell'Unione Europea.

Pubblicata il: 04/07/2011 17:30

Redazione GreenCity

In Alto Adige non si potrà più costruire e installare ovunque impianti fotovoltaici. «Posti come Vipiteno, la Vall'Aurina o Campo Tures sono diventati "zone critiche", dove la linea elettrica è prossima al sovraccarico e quindi non è più possibile collegare impianti di grande potenza» ha affermato Luis Amort, direttore generale di Selnet.
Tra le novità del quarto conto energia spicca la possibilità di accedere a maggiori incentivi per chi sceglie di realizzare un impianto fotovoltaico usando componentistica proveniente almeno per il 60% da Paesi dell'Unione Europea.
I dettagli di questo regolamento non sono ancora stati definiti.
Ulteriori premi sono previsti, se tetti contenenti amianto pericoloso per la salute, vengono sostituiti da impianti fotovoltaici.
Riassumendo si può dire, che gli incentivi siano effettivamente diminuiti, ma restano comunque alti e previlegiano l'integrazione del fotovoltaico nella struttura dell'edificio, ma gli incentivi risultano elevati anche per chi li accoppia con il risanamento energetico.
L'esperta di integrazione architettonica Ing. Erica Bianconi ha elencato i criteri necessari per tale categoria di impianti secondo il quarto conto energia e ha mostrato alcuni esempi di best practice.  
Infine il comportamento di differenti tecnologie di moduli fotovoltaici a parità di condizioni metereologiche è stato illustrato da Lorenzo Fanni, ricercatore dell'Accademia Europea di Bolzano, Eurac, facendo vedere i primi risultati della misurazione dell'impianto sperimentale multi tecnologico dell'aeroporto di Bolzano: «In zone con condizioni metereologiche simili a quelle della città di Bolzano e con orientamento a sud moduli di tipo multistrato riescono a produrre più energia» ha affermato il ricercatore.

Cosa ne pensi di questa notizia?