GE e William Grant & Sons collaborano per dare energia al whisky scozzese "verde"

Grant's riduce l'impronta di carbonio e aumenta l'efficienza energetica installando il quarto motore a gas GE per alimentare la propria distilleria scozzese con biogas prodotto da rifiuti organici.

Pubblicata il: 11/10/2011 10:10

Redazione GreenCity

GE ha ampliato la propria collaborazione con la famosa distilleria scozzese William Grant & Sons (Grant's) mediante la fornitura di una soluzione di cogenerazione, basata su un motore a gas Jenbacher J620 approvato ecomagination, destinata alla Grant's Girvan Distillery di Girvan, in Scozia.
Il motore a gas J620 permetterà di produrre 3MW di elettricità sfruttando la CO2 normalmente emessa come rifiuto del processo produttivo della distilleria aumentando in questo modo l'efficienza energetica dell'impianto e riducendone l'impronta di carbonio.
Funzionante a biogas (creato dagli scarti del malto usato in fase di distillazione per produrre alcol), l'unità J620 sarà il quarto motore a gas Jenbacher installato presso la distilleria di Girvan affermando Grant's come uno dei più grandi ed ecocompatibili produttori indipendenti di energia della regione.
GE consegnerà il motore a William Grant & Sons questo autunno. Grant's possiede già tre motori a gas Jenbacher J420, due dei quali avviati nel 2009 e uno nell'estate 2011. In totale l'impianto di generazione a biogas produrrà circa 7MW.
Il nuovo motore J620, fornito a Grant's attraverso il distributore Clarke Energy di Liverpool, è in grado di funzionare con oltre il 43% di efficienza elettrica quando è alimentato a biogas: per questo motivo il sistema consente di sfruttare i rifiuti organici abbondantemente disponibili in loco per generare energia in maniera indipendente.
L'unità J620 di Grant's, che sarà operativa all'inizio del prossimo anno, sarà alimentata riutilizzando gli effluenti della produzione del whisky (normalmente scartati come rifiuto durante il processo di distillazione).
A sua volta questo permetterà di ridurre i rifiuti generati dalla produzione del whisky consentendo all'impianto di funzionare in modo più efficiente. Nel frattempo, lo scarico del motore sarà catturato e recuperato come energia termica (calore) per produrre vapore da utilizzare nel processo di distillazione.

Cosa ne pensi di questa notizia?