Schüco: 13 incontri nazionali sulle fonti rinnovabili

Dal 6 al 21 marzo 2013 Schüco Italia si confronterà con i partner in un ciclo di 13 incontri tecnici in ambito nazionale.

Pubblicata il: 04/03/2013 15:01

Redazione ImpresaGreen

Schüco Italia ha organizzato dal 6 al 21 marzo 2013 un ciclo formativo di 13 appuntamenti dedicati agli installatori partner.
In particolare, durante gli incontri si affronteranno le ultime novità normative che regolano il settore delle rinnovabili: le dinamiche del nuovo conto termico, il tema delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici e le nuove soluzioni premiate dagli incentivi.
L'azienda presenterà i nuovi Kit fotovoltaici ed evidenzierà l’impiego integrato con la pompa di calore, che rappresenta un ulteriore importante passo in avanti dal punto di vista dell'indipendenza dai combustibili fossili e del rispetto per l'ambiente, ma anche dell'aumento dell'efficienza energetica e del risparmio per le famiglie.
Proprio garantendo il risparmio energetico, le soluzioni Schüco sono degli ottimi investimenti nel tempo, inoltre godono di tutti gli incentivi previsti dal Governo per promuovere l'efficienza energetica delle abitazioni: dal 5° conto energia che favorisce l’utilizzo del fotovoltaico, alla detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione, fino al nuovo conto termico per l'incentivazione della produzione di energia termica da fonti rinnovabili.
È inoltre prevista una parte specificamente dedicata alle tematiche tecniche, con informazioni dettagliate sull'installazione delle nuove pompe di calore in integrazione con gli inverter, nonché alla presentazione di un innovativo strumento online di simulazione per il calcolo del risparmio.
Le città che ospiteranno gli incontri di formazione Schüco Italia sono: Desenzano (06/03), Milano Rho (07/03), Cherasco CN (08/03), Padova (12/03), Caserta (12/03), Bologna (13/03), Bari (13/03), Firenze Calenzano (11/03), Lamezia (14/03), Caltanissetta (20/03), Roma (20/03), Cagliari (21/03) e Ancona (21/03).

Cosa ne pensi di questa notizia?