Edilizia: ICMQ, imprese sostenibili più forti sul mercato

Nel Lazio tra le prime della classe nella certificazione sostenibile la Effegi di Frosinone.

Pubblicata il: 12/04/2013 10:56

Redazione ImpresaGreen

“Le imprese hanno la necessità di valorizzare i propri investimenti per differenziarsi sul mercato, promuovendo prodotti all’avanguardia. L’edilizia sta attraversando, infatti, un lungo periodo di profonda e grave difficoltà, al quale si può sopravvivere solo adeguandosi alle nuove richieste che vengono dal mercato. Puntare sulla sostenibilità significa collocarsi in una posizione di forza migliorando allo stesso tempo la propria immagine di fronte agli stakeholder ovvero clienti, fornitori, società civile”.
Sono le parole di Lorenzo Orsenigo, direttore di ICMQ, organismo di certificazione nel mercato delle costruzioni, al convegno “Progettare e costruire edifici a energia quasi zero” che si è tenuto all’auditorium della tecnica di Confindustria a Roma.
La sostenibilità è un importante fattore di marketing per le aziende ma un’immagine verde solo di facciata è molto pericolosa da un punto di vista economico, sociale ed etico. Ecco perché vanno tutelati i cittadini consumatori da una parte e vanno indirizzate le aziende serie affinché si distinguano e dimostrino il loro impegno verso un percorso di sostenibilità autentica”, ha proseguito Orsenigo.
A questo scopo è nato il marchio di sostenibilità ICMQ ECO, applicabile ad una serie di prodotti fra cui quelle tipologie di pannelli prefabbricati in calcestruzzo che già devono essere obbligatoriamente certificati per le  caratteristiche energetiche, trasformando così il rispetto delle leggi in un’occasione per valorizzare l’impegno delle imprese nei confronti dell’ambiente.
Alcune aziende produttrici hanno già intrapreso la strada della sostenibilità, ottenendo la certificazione ICMQ ECO per i propri pannelli prefabbricati in calcestruzzo. Tra le prime in Italia Effegi di Ferentino in provincia di Frosinone.

Cosa ne pensi di questa notizia?