Grazie ad Ecomondo la green economy made in Italy va in Turchia

Dal 13 al 16 giugno prossimi la collettiva italiana organizzata da Rimini Fiera in collaborazione con Marchet sarà al REW di Istanbul.

Pubblicata il: 05/06/2013 10:00

Redazione ImpresaGreen

 Le aziende chiedono aiuto per approcciare i mercati esteri ed ECOMONDO risponde. Forte di una esperienza pluriennale maturata in diversi Paesi, dalla Cina alla Russia, con una profonda conoscenza di quelli più promettenti per il settore del trattamento dei rifiuti e dello sviluppo sostenibile, la manifestazione di Rimini Fiera ha organizzato anche per quest’anno una collettiva italiana al REW (9° International Recycling, Enviromental Technologies and Waste Management Trade Fair), che si terrà dal 13 al 16 giugno prossimi al Tuyap Fair and Congess Centre di Istanbul. Q
ui, in collaborazione con MARCHET – Azienda Speciale per l’internazionalizzazione della Camera di Commercio di Ancona, verrà gestito il padiglione ITALIA, dove le aziende porteranno in esposizione le loro produzioni.
 La Turchia, la cui economia è in grande espansione, si conferma un mercato di grande interesse per le aziende italiane  della green economy, e ad ECOMONDO 2013 (Rimini Fiera, 6 – 9 novembre) saranno oltre 50 i buyers turchi presenti, interessati all’offerta degli espositori. 
“La Turchia – commenta Simone Castelli, direttore di Business Unit a Rimini Fiera - ambisce all’ingresso nell’UE e quindi ha necessità di adeguare il suo approccio alla sostenibilità ambientale e di organizzare meglio il sistema di gestione del rifiuto. In più, la raccolta di materia ed il suo trattamento per nuovo utilizzo sta diventando un business diffuso. In questo scenario ECOMONDO può offrirsi come preziosa opportunità, sia per le imprese italiane che guardano ad un nuovo mercato in evoluzione, sia per i buyers turchi, interessati a tecnologie e progetti avanzati. Il lavoro che abbiamo svolto pre-fiera e che svolgeremo ad Istanbul nei prossimi giorni avrà sbocco positivo a Rimini, in novembre”. 
Alla collettiva in Turchia saranno presenti aziende come AIR CLEAN, che costruisce e installa impianti per il trattamento dell’aria. LAV, che si occupa principalmente di analisi chimiche. TAM, compattatori, presse e attrezzature scarrabili.AQUAMAX, tecnologie avanzate per il trattamento delle acque. FAGGIOLATI PUMPS, progettazione e costruzione di elettropompe sommergibili. VOMM, leader negli impianti per il trattamento in continuo di prodotti organici e inorganici.

Cosa ne pensi di questa notizia?