Eni: rinnovato con il CNR l’accordo di collaborazione per la ricerca scientifica

La collaborazione scientifica Eni-CNR, iniziata nel 2009, ha già permesso di ottenere apprezzabili risultati in vari campi.

Pubblicata il: 25/02/2014 14:58

Redazione ImpresaGreen

Eni ha rinnovato con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) l’Accordo Quadro di collaborazione per la ricerca, incentrato sulla produzione di energia in modo sostenibile, sulla salvaguardia ambientale e sulla sperimentazione di nuove tecnologie.
L’accordo è stato siglato dall’Amministratore Delegato di Eni, Paolo Scaroni e dal Presidente del CNR, Luigi Nicolais nel corso del workshop a cui hanno partecipato anche  il professor Giovanni Bignami, Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e il Professor Peter Wadhams, della Cambridge University. Le attività previste dall’accordo coinvolgono tecnici e ricercatori Eni e CNR in  un ampio programma di ricerca applicata su diversi ambiti, tra cui la sperimentazione di nuove tecniche per la caratterizzazione di giacimenti di idrocarburi, il monitoraggio ambientale finalizzato alla sostenibilità della produzione di petrolio e gas, soluzioni eco sostenibili per la mobilità e la salvaguardia ambientale, la sperimentazione di celle solari avanzate.
L’accordo garantisce alle attività in corso una cornice di regole sulle relazioni reciproche e sulla gestione della proprietà intellettuale e semplifica gli aspetti procedurali.
L’obiettivo è la creazione di  un portafoglio di soluzioni innovative sui temi dell’energia e dell’ambiente, di importanza strategica per il sistema italiano ed europeo.

Cosa ne pensi di questa notizia?