BASF a Ecomondo 2014: focus sulla versatilità della bioplastica compostabile ecovio

Ecovio è la plastica biodegradabile, certificata compostabile e realizzata parzialmente con materie prime da fonti rinnovabili.

Pubblicata il: 05/11/2014 11:30

Redazione ImpresaGreen

Le caratteristiche tecniche e la versatilità d’uso della bioplastica compostabile ecovio di BASF sono presentate nel corso di Ecomondo 2014, la fiera internazionale dedicata alle principali strategie sull’eco-innovazione, sullo sviluppo sostenibile e sul recupero di materia ed energia, che si tiene dal 5 all’8 novembre presso la Fiera di Rimini. 
BASF è infatti presente alla manifestazione (stand 30, padiglione D1) per illustrare le soluzioni innovative e le elevate prestazioni di ecovio, oltre a mettere in evidenza il proprio impegno nelle attività di ricerca sui polimeri compostabili e sul tema della sostenibilità.
Particolarmente robusto ed elastico, ecovio viene utilizzato per la realizzazione dei sacchetti per la gestione dei rifiuti organici. Grazie alla sua eccellente resistenza all’acqua evita la fuoriuscita di liquidi e perdite anti-igieniche. Ma non solo. In linea con il nuovo “Decreto Competitività” entrato in vigore quest’anno in Italia, che stabilisce l’applicazione di severe sanzioni per la commercializzazione di shopper di plastica non compostabili, con ecovio vengono prodotti anche sacchetti per la spesa, caratterizzati da una “doppia vita”. Dopo averli usati per i propri acquisti, è possibile riutilizzarli in modo efficace per la raccolta dell’umido domestico. Alla fine, il sacchetto e il suo contenuto possono essere trasformati in acqua, CO2 e compost prezioso per l’ambiente.
ecovio, oltre a rispondere agli standard internazionali per il compostaggio, incluso quello domestico, risulta certificato biodegradabile in suolo. Infatti, è perfetto per la realizzazione di film per la pacciamatura usati in agricoltura e nel giardinaggio. Non solo permette di coprire i terreni in modo semplice e pratico, grazie a un ridotto spessore e ad eccellenti caratteristiche meccaniche, ma ottimizza anche tempi e costi di gestione alla fine del raccolto, poiché consente di passare subito alla preparazione del terreno per la semina successiva, senza eseguire le operazioni di recupero del film. 
Le diverse aree di applicazione di ecovio riguardano anche il settore dell’imballaggio dei prodotti alimentari, rispondendo ai requisiti della normativa europea in materia di contatto e confezionamento dei cibi. Permette di ottenere eccellenti barriere all’acqua, ai grassi, agli aromi, alla migrazione di agenti contaminanti e olii minerali provenienti da materiali di riciclo. 
ecovio viene utilizzato per i rivestimenti di carta e cartone di articoli monouso (come piatti e bicchieri impiegati nel campo della ristorazione); vaschette termoformate destinate a contenere vivande; manufatti in plastica rigida come le capsule del caffè, che diventano così compostabili e possono essere interamente smaltite con i rifiuti umidi; film retraibili usati per le multiconfezioni di alimenti (pesce, carne, formaggi). 
I diversi prodotti realizzati con ecovio, al termine del loro utilizzo, possono essere smaltiti in un impianto di compostaggio industriale. I microrganismi danno vita ad un processo di biodegradazione che nel corso di poche settimane trasforma il prodotto e il suo contenuto in compost (il sacchetto in ecovio si biodegrada in acqua e CO2). Il compost migliora la fertilità dei terreni, permette di diminuire l’impiego di fertilizzanti minerali e, soprattutto, di ridurre la quantità di scarti organici altrimenti destinati alla discarica o all’inceneritore.

Cosa ne pensi di questa notizia?