Da TomTom Telematics una nuova soluzione per il car sharing

TomTom Telematics rafforza lo sviluppo del car sharing elettrico grazie ad un’integrazione con la sua open platform.

Pubblicata il: 04/06/2015 12:07

Redazione ImpresaGreen

Una soluzione software integrata, sviluppata grazie all’open platform di TomTom Telematics, è stata lanciata con l’obiettivo di supportare soluzioni di car sharing sostenibili in Europa.    
AttainIT, specialista in IT e reti dati di veicoli, ha collaborato con TomTom Telematics per integrare la soluzione di prenotazione delle auto e di monitoraggio del livello di batteria dei veicoli elettrici con il sistema di fleet management TomTom WEBFLEET, supportando le aziende di car-sharing elettrico nella gestione efficiente della loro flotta.   
Questa tecnologia, che è stata pioniera in seguito all’edizione inaugurale dello scorso anno della .connect Developer Conference, è già stata adottata con successo dal software integrator Be Smart per un servizio di car sharing elettrico in Italia.  
La soluzione permette ai clienti di Be Smart di riservare l’auto attraverso l’utilizzo di una app mobile, prendendo in carico e lasciando i veicoli in specifici punti e in aree libere nel centro delle città di Napoli e Milano.   Utilizzando le open API di TomTom Telematics per accedere ai dati dei veicoli elettrici e integrare il software gestionale (ERP), il sistema ha permesso a Be Smart di monitorare il livello di batteria rimanente in ogni veicolo, attivare le auto da remoto, localizzare la loro posizione e monitorare le informazioni di viaggio per una fatturazione precisa.     
“Questo è un importante esempio di come il .connect Partner Programme può aprire le porte a eccezionali opportunità di sviluppo di nuovi prodotti, avvicinando il mondo degli sviluppatori software a quello degli operatori delle flotte” spiega Taco van der Leij, VP Marketing, TomTom Telematics. “Offrendo una piattaforma aperta, vogliamo guidare l’innovazione di prodotto e dar vita a nuove opportunità, non solo per noi stessi, ma anche per i nostri partner e i nostri clienti.”

Cosa ne pensi di questa notizia?