Smart Recharging Island: a Torino la ricarica dell’auto elettrica diventa intelligente

Partita la sperimentazione di un sistema innovativo per ricaricare l'auto elettrica, massimizzando l'utilizzo delle fonti rinnovabili.

Pubblicata il: 15/03/2016 10:15

Redazione ImpresaGreen

Si chiama 'Smart Recharging Island' ed è il nuovo sistema di ricarica per auto elettriche in sperimentazione presso Environment Park di Torino.
Si tratta di un'isola urbana di ricarica per veicoli elettrici, "energeticamente autosufficiente", costituita da una colonnina di ricarica, una batteria per l'accumulo di energia ed un impianto fotovoltaico, quest'ultimo già presente nel parco tecnologico torinese. Tutti questi elementi sono gestiti in modo integrato da un software sviluppato da Siemens.
Grazie ad un complesso algoritmo di calcolo, questo software è in grado di valutare in tempo reale la reale disponibilità energetica del sistema. E' così possibile ricaricare le auto elettriche, privilegiando innanzitutto l'utilizzo di energia rinnovabile proveniente dall'impianto fotovoltaico.
Oltre ad essere utilizzata direttamente, l'energia fotovoltaica sarà immagazzinata nella batteria, in modo da essere disponibile nelle giornate scarsamente soleggiate. Questo bilanciamento, che limita l'utilizzo di energia dalla rete elettrica a favore dell'energia rinnovabile, fa sì che l'isola urbana funzioni in modo sostenibile, efficiente e a ridotto impatto ambientale.
Il sistema utilizza una vela fotovoltaica che produce 15 kw, in parte utilizzati e in parte accumulati in una batteria da 20 kwh. L'energia così prodotta viene gestita dalla 'smart recharging island' e destinata al veicolo al 100% elettrico di Environment Park, la cui batteria da 24 kwh consente circa 200 km di autonomia.
Il progetto, completato a Dicembre 2015, prevede un'ulteriore fase di sperimentazione durante la quale il team di Environment Park testerà direttamente le potenzialità della Smart Recharging Island in condizioni reali mediante l'utilizzo di un'auto elettrica come company car.

Cosa ne pensi di questa notizia?