Ancona e Chieti: nei punti vendita IKEA arriva l'EcoIsola RAEE di Ecolight

Arrivano anche nelle Marche e in Abruzzo i cassonetti intelligenti per la raccolta di vecchi cellulari, piccoli elettrodomestici e lampadine a risparmio energetico. Per la distribuzione una risposta concreta all’Uno contro Zero.

Pubblicata il: 01/02/2017 11:37

Redazione ImpresaGreen

Più facile smaltire i rifiuti elettronici nelle Marche e in Abruzzo. Nei punti vendita IKEA Chieti (via Regolizie, San Giovanni Teatino) e IKEA Ancona (via Aspio Terme, Camerano) sono state installate due nuove EcoIsole RAEE del consorzio Ecolight.
Si tratta dei primi cassonetti intelligenti per la raccolta di vecchi telecomandi, chiavette usb ma anche smartphone, tablet, rasoi elettrici, e piccoli elettrodomestici non più funzionanti che arrivano nelle aree marchigiana e abruzzese; un aiuto in più per contribuire alla raccolta differenziata dei piccoli RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), uno strumento per rispettare maggiormente l’ambiente.
Le Ecoisole rispondono a due esigenze importanti: essendo localizzate in aree commerciali ad alta frequentazione, agevolano il cittadino-consumatore nel riciclare correttamente il proprio rifiuto. Inoltre, questo sistema dà una risposta concreta agli obblighi previsti dall’Uno contro Zero. 
L’EcoIsola RAEE è di dimensioni contenute (1,5x1,2x1,5 metri) e interamente automatizzata. Per conferirvi i rifiuti, al consumatore è richiesto di indicare il tipo di prodotto da smaltire (se un piccolo elettrodomestico o una lampadina) e identificarsi con la carta regionale dei servizi, quindi inserire il rifiuto nello sportello indicato. A conferma dell’avvenuto conferimento, al termine viene rilasciato uno scontrino.
Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa i tecnici per lo svuotamento via sms. I rifiuti conferiti vengono tracciati dal momento del conferimento fino al trattamento e recupero, nell’intento di prevenire il traffico illegale dei RAEE. Inoltre, i cittadini avranno sempre la certezza che i materiali conferiti seguiranno la filiera corretta, con grande beneficio per l’ambiente.

Cosa ne pensi di questa notizia?