Firenze: le imprese toscane credono nella sostenibilità

Uno degli ambiti in cui diverse imprese presenti alla manifestazione fiorentina lavorano in un’ottica di sostenibilità è la riduzione dell’impatto ambientale.

Pubblicata il: 06/04/2017 14:37

Redazione ImpresaGreen

Per la prima volta arriva a Firenze il Salone della CSR e dell’innovazione sociale, il più importante evento in Italia sulla Corporate Social Responsibility. Presso l’Università degli studi, Polo delle Scienze Sociali, presentate oggi le esperienze di sostenibilità di importanti organizzazioni che operano sul territorio toscano: Carbon Sink, Eli Lilly Italia, Fondazione CR Firenze, GE Oil & Gas, Gruppo Sanpellegrino, Gucci, Mukki – Centrale del latte della Toscana, Plan Soft.
Quella di Firenze è la quarta tappa de Il Salone della CSR e dell’innovazione sociale che sta compiendo un vero e proprio viaggio attraverso l’Italia della Responsabilità Sociale d’Impresa, alla scoperta delle molte storie che raccontano come un approccio sostenibile ha modificato il modo di “fare impresa”.
Sono già oltre 70 le organizzazioni che hanno aderito all’edizione nazionale del Salone della CSR che sarà a Milano il 3 e 4 ottobre 2017. Un’attenzione crescente delle imprese non solo a “fare” ma anche a “comunicare” il proprio impegno sociale e ambientale. La bellezza del fare bene e di condividerlo è il senso del tema scelto per l’edizione di quest’anno, L’arte della sostenibilità, al quale si affianca un focus specifico sugli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
L’incontro di Firenze è organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Firenze e Fair – The Florentine Association of International Relations con il patrocinio della Camera di commercio di Firenze.
La sostenibilità è sempre più un elemento strategico per le imprese, come spiega Gucci nel suo intervento al Salone della CSR e dell’innovazione sociale di Firenze. Al centro dell’impegno del marchio di moda fiorentino c’è la definizione di modelli di crescita e di produzione responsabili, che abbiano un impatto nel lungo termine, sia in termini ambientali, sociali, sul territorio e le comunità.
Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e artigianale, rispetto delle persone e di ogni tipo di diversità, insieme a una continua tensione all’innovazione, sono i valori che contraddistinguono la casa di moda oggi.
Uno degli ambiti in cui diverse imprese presenti alla manifestazione fiorentina lavorano in un’ottica di sostenibilità è la riduzione dell’impatto ambientale.
Come nel caso di Acqua Panna, Gruppo Sanpellegrino che nello stabilimento di Scarperia ha raggiunto negli ultimi 5 anni una performance ambientale fatta di 100% di rifiuti a riciclo, 100% di energia proveniente da fonti rinnovabili, 55% in meno di emissioni di CO2 e NOx e la riduzione di energia (- 9%) e di acqua (- 8%) per produrre una bottiglia.

Cosa ne pensi di questa notizia?