SAP è la software company più sostenibile al mondo per l’undicesimo anno consecutivo

In Italia iniziative di car sharing, car pooling e incentivi all’elettrico abbattono le emissioni. Obiettivo: emissioni di carbonio neutrali entro il 2025.

Pubblicata il: 04/10/2017 15:07

Redazione ImpresaGreen.it

SAP è stata nominata la software company più sostenibile al mondo secondo il Dow Jones Sustainability Indices (DJSI), l’indice di riferimento per gli investitori di tutto il mondo che integrano aspetti di sostenibilità nel proprio portafoglio.
SAP ottiene questo riconoscimento per l’undicesimo anno consecutivo, raggiungendo un punteggio totale del 77% – il migliore nel settore software, in tutte e tre le aree di sostenibilità prese in considerazione:
  • Economica: SAP, 71%; la media del settore è del 39%
  • Ambientale: SAP, 87%; la media del settore è del 29%
  • Sociale: SAP, 80%; la media del settore è del 29%
Per nove dei 21 criteri chiave che contribuiscono a determinare il ranking, SAP ha raggiunto punteggi eccezionali. Tra i criteri nei quali SAP ha sfiorato il 100% vi sono corporate citizenship e filantropia (97%), reporting ambientale e sociale (96% in entrambe le categorie) e strategia climatica (95%).
Nelle pratiche di lavoro, SAP ha ricevuto il punteggio massimo del 100% (la media del settore è del 46%): un risultato che riflette in primo luogo l’impegno di SAP per la trasparenza e per la diversità di genere.
Nel 2016 SAP è anche stata premiata con la certificazione Economic Dividends for Gender Equality (EDGE); nel 2017 ha raggiunto l’obiettivo di avere il 25% delle posizioni manageriali occupate da donne.Il 97% ottenuto per le iniziative di corporate citizenship e filantropia (dove la media del settore è 28%) premia la capacità di SAP di toccare più di 3,24 milioni di persone e l’impegno a generare quasi 339.000 ore di volontariato grazie ai propri programmi di corporate social responsibility nel 2016.
L’azienda ha ottenuto un punteggio del 96% nelle categorie reporting ambientale e reporting sociale, contro una media di settore del 23% e del 25%, rispettivamente. In questi ambiti, SAP emerge in virtù del proprio report integrato annuale e degli aggiornamenti trimestrali, entrambi liberamente consultabili, e della propria dashboard interna sulla sostenibilità, in grado di scomporre ed esaminare i dati sociali e ambientali fino al livello dei singoli team.
Il punteggio del 95% per la strategia climatica riconosce l’ambizioso obiettivo di SAP di diventare neutrale sul piano delle emissioni di carbonio entro il 2025. I programmi dell’azienda su questo fronte hanno già contribuito a ridurre le emissioni a 3,6 tonnellate per dipendente a metà del 2017, contro le 5,0 tonnellate calcolate a metà 2016.

L’impegno di SAP Italia
Anche SAP Italia gioca un ruolo fondamentale per il raggiungimento di questi risultati, grazie per esempio alle importanti iniziative volte a rendere più sostenibili gli spostamenti dei dipendenti. Tra le azioni messe in atto ci sono la promozione di servizi di car sharing e car pooling, ma anche l’installazione di postazioni di ricarica per veicoli elettrici nei parcheggi della sede centrale di Vimercate e a breve anche presso gli uffici di Roma.
SAP Italia ha inoltre sviluppato strumenti per limitare la necessità di trasferte e spostamenti, abbattendo ulteriormente le emissioni e contribuendo a migliorare la work-life balance dei propri dipendenti. Si tratta di sistemi di video conferencing e tool integrati di collaborazione virtuale, ma non solo: grazie al Virtual Lab realizzato nella sede di Vimercate, i responsabili delle aree di prevendita e vendite di SAP possono interagire virtualmente anche con i clienti, presentando le proprie demo senza doversi spostare fisicamente.
“L’assunto fondamentale che guida il lavoro di SAP è che è possibile, anzi è necessario, agire nel presente per poter affrontare in modo ottimale il futuro. Questo significa anche avere una forte consapevolezza sui temi ambientali e sociali, ed essere pronti ad agire per ottenere risultati concreti su questi fronti”, commenta Mauro Giovenzana, Head of Real Estate and Facilities Iberia, Italy and MENA, a margine del Salone della CSR e dell’innovazione sociale di Milano. “SAP Italia ha avviato azioni concrete in questo senso, delle quali già vediamo i primi risultati: le emissioni per km del parco macchine aziendale sono in costante discesa, con una riduzione di circa 4 grammi di CO2 per km su base annuale, e il numero di spostamenti si riduce costantemente grazie ai programmi di car sharing e car pooling e agli strumenti di collaborazione virtuale. Inoltre, ci impegniamo a utilizzare solo energia verde per tutti i nostri uffici e data center, lavoriamo per migliorare costantemente i nostri sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti e sviluppiamo soluzioni e servizi per aiutare anche i nostri clienti ad agire in modo più sostenibile”.

Cosa ne pensi di questa notizia?