Dal Tetra Pak nasce Eco Lucart Natural

Eco Lucart Natural, la carta eco-rivoluzionaria nata dal riciclo dei contenitori di Tetra Pak. L'innovativo prodotto, presentato da Lucart Group, è stato segnalato anche tra i migliori progetti al Premio all'Innovazione Amica dell'Ambiente 2010 di Legambiente.

Pubblicata il: 26/11/2010 12:10

Redazione Green City

Lucart Group presenta Eco Lucart Natural, la nuova linea di prodotti ecologici realizzati con una tecnologia che permette di recuperare le fibre di cellulosa contenute nei contenitori Tetra Pak.
L'innovativo processo di trattamento, messo a punto negli stabilimenti di Lucart Group, consente di ottenere una carta veramente ecologica.
Infatti, le fibre di cellulosa non sbiancate, contenute nei contenitori Tetra Pak, sono di qualità paragonabile alla cellulosa vergine, e quindi in grado di conferire al prodotto finito doti di resistenza e assorbenza, oltre che una tinta avana chiaro paragonabile al colore naturale del legno.
lucart-group-presenta-eco-lucart-natural-1.jpgInoltre, la tecnologia sviluppata da Lucart Group, permette di avviare al recupero in altre attività manifatturiere anche la parte di materiale plastico contenuto nei contenitori per Tetra Pak.  
Per il suo carattere innovativo, Eco Lucart Natural, si è anche meritato una targa tra i migliori progetti segnalati al Premio all'Innovazione Amica dell'ambiente 2010, promosso da Legambiente, Regione Lombardia, Fondazione Cariplo e Confindustria, la cui cerimonia di assegnazione si è tenuta lo scorso 16 novembre 2010 a Milano.
Il prestigioso premio di Legambiente è un riconoscimento a livello nazionale rivolto all'innovazione di impresa in campo ambientale e viene attribuito alle innovazioni di prodotto, di processo, di servizi, di sistema, tecnologiche e gestionali, realizzate o in stato di realizzazione avanzata, che abbiano dimostrato di contribuire a significativi miglioramenti orientati alla sostenibilità ambientale e che si segnalino per originalità e per potenzialità di sviluppo, anche in relazione alle specificità territoriali.

Cosa ne pensi di questa notizia?