Logo ImpresaGreen.it

IDC, tra le priorità delle PMI europee vi è la stampa più ecologica

Una stampa più ecologica è una priorità delle PMI europee per ridurre i consumi energetici e ottenere benefici economici.

Chiara Bernasconi

Il recente White Paper di IDCValutazione degli investimenti delle Pmi per una stampa più intelligente”, sponsorizzato da OKI Europe rivela che il 46% delle piccole e medie imprese europee afferma che il consumo energetico è una delle principali preoccupazioni connesse alla stampa.  
Tra le altre questioni sensibili emergono la domanda di programmi di riciclaggio per hardware e materiali di consumo, l'utilizzo di carta riciclata e l’esigenza di ridurre gli imballaggi.  
Il 61% delle PMI europee, tra le priorità per l'acquisto di hardware IT, ha indicato le caratteristiche "green". Questo conferma che funzioni come fronte/retro e ridotto consumo energetico fanno parte della politica ambientale aziendale.
Piccole e medie imprese citano, inoltre, il riciclaggio delle cartucce, il comportamento dei dipendenti e la reputazione dei marchi acquistati come importanti criteri di valutazione, confermando l’adozione di un approccio serio e onnicomprensivo per migliorare le proprie prestazioni ambientali.  
I limiti di spazio, in molti uffici di piccole e medie imprese, possono influenzare la decisione di acquisto.
Uno studio delle aziende europee compiuto da IDC nel 2012, ha rilevato che la protezione dei dati è al primo posto in un elenco di 10 iniziative connesse all’IT, in agenda per i prossimi 12 mesi.
Un gran numero di PMI ha dichiarato di disporre già di una serie di software opzionali che le supportano nel gestire i propri dispositivi di stampa, permettendo l'acquisizione e l’archiviazione dei documenti digitali, l’utilizzo dei dispositivi e le attività di reporting.
Secondo lo studio IDC delle PMI del 2011, quasi un quarto delle aziende (23%) ha implementato software di sicurezza dei documenti e ID personali.  
Avanzati software di sicurezza garantiscono l'autenticazione e la restrizione delle funzionalità di accesso, oltre che la protezione tramite codice PIN, in modo che i documenti sensibili possano essere stampati solo quando il PIN viene inserito o quando viene strisciata la card identificativa.
La crittografia del documento garantisce, inoltre, che i documenti inviati attraverso la rete siano tenuti al sicuro fino a quando non vengono stampati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 30/01/2013

Tag: