Logo ImpresaGreen.it

ABB partecipa al forum Green City Energy

Saranno presentati i sistemi per l’accumulo di energia, tecnologie e soluzioni all’avanguardia che migliorano la qualità dell’energia, favoriscono l’integrazione delle rinnovabili e l’utilizzo intelligente delle infrastrutture di trasmissione e distribuzione.

Redazione ImpresaGreen

ABB parteciperà alla prima tappa del circuito Green City Energy. Nato a Pisa nel luglio 2010, il forum è l’appuntamento di riferimento del territorio toscano e nazionale per coloro che operano nell’ambito dello sviluppo competitivo e sostenibile delle città, e in particolare della smart city. L’evento si pone l’obiettivo di proseguire il confronto, avviato ormai da alcuni anni, sulle tecnologie e sui progetti per la produzione da fonti rinnovabili, sull’efficienza energetica e sulla mobilità sostenibile.
La divisione Power Systems di ABB presenterà le proprie soluzioni per l’accumulo di energia che coprono vari ambiti applicativi e qualsiasi esigenza energetica. ABB fornisce infatti un’ampia gamma di batterie con diverse tecnologie, fornite da produttori di livello internazionale, oltre a tecnologie che non prevedono l’utilizzo di batterie come i volani e i supercondensatori.
A testimonianza della forte esperienza maturata sul campo, ABB illustra l’installazione pilota in via di sviluppo di un sistema di accumulo a batterie che integrerà quello idroelettrico esistente, per stimare la fattibilità e i benefici che un sistema a batterie porterebbe nella rete di distribuzione. Il progetto è uno dei maggiori in Europa e rientra in un programma sperimentale avviato da Enel Distribuzione per testare il comportamento dei sistemi di storage e il loro impatto sulla rete, soprattutto in termini di risoluzione dei potenziali problemi di cadute di tensione e variazioni di frequenza.
La manifestazione di Pisa è la prima tappa del Circuito Green City Energy, che raggiungerà Bari il 28-29 ottobre e Genova il 2-3 dicembre, alle quali ABB presenterà le soluzioni di elettrificazioni dei porti, che consentono alle imbarcazioni di spegnere i motori durante l’ormeggio, fornendo tuttavia l’energia necessaria ai sistemi di bordo, diminuendo al contempo l’inquinamento acustico e le emissioni di CO2, contribuendo così a migliorare le condizioni ambientali per i porti e le persone che lavorano e vivono in prossimità degli scali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 04/07/2013

Tag: