Logo ImpresaGreen.it

Microsoft CityNext: la piattaforma per le Smart City italiane

Al via una nuova iniziativa di Microsoft per promuovere l’innovazione del tessuto urbano e lo sviluppo sostenibile: nuove tecnologie e partnership strategiche per rispondere alle sfide del presente e plasmare le città del futuro.

Redazione ImpresaGreen

In occasione di Smart City Exhibition, Microsoft Italia ha presentato Microsoft CityNext, una nuova iniziativa con cui l’azienda intende collaborare con il proprio ecosistema di 27.000 partner per promuovere la diffusione delle Smart City sul territorio italiano.
Attraverso le nuove tecnologie - cloud, mobile, social enterprise e big data - Microsoft e i propri partner si propongono di supportare le amministrazioni locali per rispondere in modo efficace alle esigenze dei cittadini e alle sfide imposte dalle crescenti dinamiche di urbanizzazione. L’obiettivo di Microsoft è quello di sostenere l’evoluzione del tessuto urbano, offrendo dispositivi e soluzioni end-to-end e dando vita a progetti capillari sul territorio per migliorare la qualità della vita delle persone e la relazione cittadini-aziende-pubblica amministrazione.  
L’iniziativa muove dall’analisi del quadro socio-economico: oltre il 50% della popolazione mondiale vive in aree urbane e l’80% del prodotto interno lordo globale viene generato in città. Nonostante le città rappresentino solo il 2% della superficie mondiale, sono responsabili per oltre l'80% del consumo energetico e per il 75% delle emissioni di anidride carbonica. Le amministrazioni si trovano a dover fronteggiare l'invecchiamento delle infrastrutture, la crescente domanda di risorse naturali e i nuovi rischi per la salute e la sicurezza pubblica in uno scenario di recessione economica. Ecco perché diventa fondamentale realizzare progetti innovativi con risorse limitate per offrire a cittadini e aziende nuove opportunità all’interno di città più sostenibili.
Dopo anni di collaborazione con le amministrazioni di tutto il mondo, Microsoft ha individuato oltre 40 aree di soluzioni che possono aiutare a risolvere il 90% delle problematiche che affliggono i centri urbani e Microsoft CityNext si focalizza sulle 8 aree funzionali che stanno più a cuore alle città: energia e ambiente; edifici e infrastrutture; trasporti; pubblica sicurezza e giustizia; turismo, svago e cultura; istruzione; sanità e servizi sociali e servizi della pubblica amministrazione. In virtù della sua capacità di offrire una vasta gamma di soluzioni e device business e consumer, la consulenza mirata attraverso il proprio network di partner e svariati programmi di formazione e d’inclusione sociale, Microsoft si pone come alleato strategico per il processo di evoluzione delle città in questi settori.  
Microsoft CityNext rappresenta una piattaforma tecnologica aperta, interoperabile e orientata ai servizi, che, grazie alla consulenza di un network di partner radicati sul territorio, mette a disposizione delle amministrazioni una vasta gamma di soluzioni in grado di rispondere alla esigenze di persone, aziende ed enti pubblici. Questa nuova iniziativa si pone tre obiettivi prioritari:
  • EVOLVERE – trasformare infrastrutture e servizi, migliorando le funzioni cittadine con soluzioni innovative, che sfruttano cloud computing, nuovi dispositivi/app e piattaforme dati per migliorare l’efficienza e contribuire all’innovazione;
  • COINVOLGERE – promuovere la partecipazione attiva di cittadini e aziende con un’offerta di app e servizi personalizzati incentrati sulle persone, consentendo un dialogo in tempo reale attraverso i social media e favorendo una crescita economica basata su iniziative open data;
  • SVILUPPARE - offrire nuove opportunità ai giovani attraverso occasioni di apprendimento e inclusione digitale e programmi a supporto di nuove aziende per rendere le città competitive sul mercato globale.
A differenza di altri IT provider, Microsoft crede che il concetto di Smart City vada oltre l’aspetto puramente tecnologico e si fondi sul capitale umano, poiché le Smart City non sono solo il risultato di una somma di infrastrutture, bensì della valorizzazione del contributo dei singoli, e per questo promuove una collaborazione trasversale tra cittadini, imprese e pubblica amministrazione per rendere le città posti ideali in cui vivere e fare business.  
Con queste finalità Microsoft ha già iniziato a collaborare con 22 Partner italiani - 4ward, Almaviva, Altitudo, Beta 80 Group, Deal Informatica, Esri Italia, ETT, Gruppo Infor, Iconics, Intellitronika, IT Consult, Key2Businss, Laserbiomed, MHT, NTT Agic, Posytron, Proge-Software, Regola, SoftJam, Teorema, Unisys, Vecomp Software - con i quali sta dando vita a progetti che permetteranno alle città del nostro Paese di avviare cicli sostenibili di innovazione in una prospettiva di lungo termine e diventare luoghi in cui le persone e le aziende possano realizzare il proprio pieno potenziale. In particolare le prime tre esperienze italiane che concretizzano la visione di Microsoft CityNext nelle tre aree di cui sopra - evolvere, coinvolgere e sviluppare - sono rispettivamente quelle del Servizio 118 della Regione Piemonte, gestito dall’Azienda Ospedaliera Città della Salute e delle Scienze di Torino, del Portale di Smart City Engagement a supporto della città di Vittorio Veneto (TV) e dell’Aeroporto dei Parchi “Giuliana Tamburro” de L’Aquila.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 18/10/2013

Tag: