Logo ImpresaGreen.it

Roma futura smart city: idee e progetti da un convegno in Campidoglio

Il sindaco Marino: "Per la prima volta la Capitale s’è dotata di un organismo dedicato all’innovazione, la Commissione Speciale per lo sviluppo tecnologico".

Redazione ImpresaGreen

Lanciare uno smart city lab, un laboratorio dell’innovazione che elabori idee e sistemi per fare di Roma una metropoli intelligente, in grado di valorizzare le proprie peculiarità sviluppando gli strumenti hi-tech, la connettività, l’informazione e quindi l’efficienza energetica, le reti di trasporto collettivo, gli stili di vita eco-compatibili.
Questa la finalità di 
Smart City: idee e progetti per Roma Capitale, il convegno che s’è tenuto in Campidoglio sotto l’egida della Commissione Speciale Sistemi Informativi, Innovazione e Sviluppo e dell’Assessorato a Roma Produttiva.
“Stiamo lavorando per rendere sostenibile Roma non solo da un punto di vista energetico e ambientale, ma anche sociale”, ha detto il Sindaco Marino intervenendo al convegno.
Per Marino uno dei problemi di fondo è riuscire a fare pieno uso dei finanziamenti europei, tema su cui l’amministrazione capitolina si mostra fortemente sensibile. 
Tappe concrete verso un futuro smart sono per il Sindaco la messa in rete dei sistemi informatici anti-evasione del Campidoglio e di Acea, nuovi semafori collegati agli autobus per abbattere i tempi di percorrenza, i progetti per ottimizzare l’uso dell’energia; tutti settori, tra l’altro, che comportano l’aumento dei posti di lavoro qualificati. Roma, ha sottolineato Marino, punta “con decisione sulla dimensione smart, che fa dell’innovazione tecnologica una leva dirompente”. Con una puntualizzazione: per essere veramente smart occorre “innovare senza eliminare le nostre tradizioni culturali”, procedere in base alle peculiarità territoriali. Dato che “non esiste unashortlist di azioni predefinite affinché una città possa essere considerata intelligente”.
Per una grande città, poi, essere smart è anche questione di cura intelligente di settori particolari. “Guardare alla modernità”, ha spiegato il Sindaco, vuol dire “rispondere alle esigenze dei cittadini in ogni campo”, compreso quello del cibo: il Campidoglio è così al lavoro per realizzare un’app per smartphone e tablet che consenta di acquistare – “con sistemi di distribuzione e di pagamentosmart” – prodotti alimentari esclusivamente made in Rome presso il Centro Agroalimentare Romano. Acquisti che saranno possibili solo tramite l’app, per marcare tra l’altro l’unicità del “marchio Roma” a tavola.  


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 05/03/2014

Tag: