MUD: scade il 30 aprile la dichiarazione ambientale delle imprese

Il MUD (Modello Unico di Dichiarazione ambientale) permette il monitoraggio dei rifiuti prodotti dalle attività economiche e di quelli raccolti dai Comuni, smaltiti o avviati al recupero nell'anno precedente la dichiarazione.

Pubblicata il: 14/04/2015 10:07

Redazione ImpresaGreen

Presentazione del MUD, il Modello Unico di Dichiarazione ambientale per le imprese e i comuni: la scadenza per la consegna è il 30 aprile. La dichiarazione va inviata telematicamente o su modulo cartaceo, a seconda dei soggetti obbligati.
Sono tenute a presentare il cosiddetto 740 ecologico la maggior parte delle imprese che hanno prodotto rifiuti diversi da quelli che è possibile consegnare al servizio pubblico di raccolta. Occorre dichiarare la produzione e la gestione dei rifiuti, compresa l’intermediazione degli stessi. Per la mancata o non corretta presentazione del modello sono previste sanzioni che vanno dai 2.600 euro ai 15.500 euro, ma sono previste sanzioni ridotte (da 26 a 160 euro) se il MUD viene presentato o spedito entro sessanta giorni dalla scadenza, quindi entro il 29/06/2015.
Solo nella provincia di Milano sono 17 mila circa le imprese che ogni anno presentano il MUD, tra produttori, smaltitori, trasportatori e recuperatori. I milanesi dall’inizio della crisi hanno prodotto sempre meno rifiuti: -11% la quantità totale raccolta a Milano e provincia rispetto alle dichiarazioni dell’anno 2009 (su raccolta 2008), -1,1% in un anno. Ogni milanese ne produce in media 1,36 kilogrammi al giorno, rispetto all’1,38 dell’anno precedente, una quantità in calo costante rispetto agli anni precedenti.
Dai dati 2014 emerge invece una crescita del +5% della raccolta differenziata di Milano e provincia rispetto alle dichiarazioni 2013. Sono infatti oltre 896 mila le tonnellate raccolte, sempre in aumento dal 2010 in poi. In crescita, in particolare, la raccolta di plastica (+9,8% rispetto al 2013), di rifiuti da spazzamento (+7,6%) e di inerti (+3,9%). In media quasi il 60% di quanto raccolto a Milano e provincia è differenziato (59,37%, rispetto al 55,93% delle dichiarazioni 2013).
Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dichiarazioni MUD presentate dai comuni dal 2008 al 2014 e dalle imprese dal 2009 al 2013.

Cosa ne pensi di questa notizia?