Riqualificazione energetica Milano: al via il bando Habitami

Habitami ha come obiettivo quello di orientare i comportamenti di consumo, allo scopo di migliorare l’efficienza energetica con l’uso di fonti rinnovabili e ridurre le emissioni degli impianti di produzione di calore domestico (favorendo la diffusione di termoregolatori e contabilizzatori di calore) e promuovendo la sostenibilità ambientale.

Pubblicata il: 14/04/2015 15:09

Redazione ImpresaGreen

E' stato presentato a Milano il Bando Habitami 2015: Condomini 20.0 organizzata da Habitami, campagna pubblica di riqualificazione energetica dei Condomìni di Milano, promossa da Comune di Milano, Regione Lombardia, Cened, Curit, Arpa Lombardia, Sacert, Assimpredil Ance, Rina spa, Green Building Council Italia, Legambiente, Agenzia CasaClima, Wwf Lombardia, ICMQ, Itas Assicurazioni.
Habitami muove dall’applicazione della Direttiva dell’Unione Europea 2012/27/UE -20% emissioniCo2 +20% energia da fonti rinnovabili +20% risparmio energetico.
Con il Bando Habitami 2015 si propone la riqualificazione energetica a costo zero ai primi 20 Condomìni di Milano che abbiano i requisiti richiesti. Un’iniziativa forte per aprire il mercato dell’efficienza energetica trasparente e accessibile a Milano con l’obiettivo di facilitare, in questa prima fase, l’incontro tra domanda e offerta. La strategia di Habitami muove nella direzione di informare i cittadini di ogni zona di Milano e proporre la riqualificazione energetica degli Edifici, tra impianto e involucro edilizio, con l’uso di fonti rinnovabili per l’abitare sostenibile a Milano.
I criteri di valutazione per il bando sono: ubicazione del condominio, classe energetica attuale, merito creditizio dell’amministratore e dei condomini, disponibilità a garantire parte del valore dell’investimento, regolarità dei pagamenti delle forniture di energia; incidenza del valore degli impianti proporzionata al valore dell’investimento totale; tipologia di combustibile utilizzato; disponibilità da parte dei condomini a fornire i dati relativi ai consumi energetici. Con una spesa energetica costante gli edifici e gli impianti vengono riqualificati ed adeguati alle normative.
L’Auditor Energetico effettua la diagnosi tecnica energetica, condivisione la performance i risultati e stila la relazione. Lo Studio di progettazione redige il progetto, il capitolato, il computometrico, il collaudo. La ESCO, Energy Service Company definisce il piano economico finanziario dell’intervento, il contratto con garanzie, installazione/costruzione, collaudo, finanziamento/pagamenti, gestione impianto pluriennale, consuntivo annuale, verifica performance tecniche ed economiche, mantenimento negli anni, come da contratto, garanzie ed obbligazioni.
Per tutte le infowww.habitami.it.

Cosa ne pensi di questa notizia?