Expo 2015: Enel realizza la prima smart city al mondo da 100 mila abitanti

Tutta l'area di Expo sarà full electric grazie alle reti intelligenti e a nuove tecnologie che coniugano efficienza e sostenibilità.

Pubblicata il: 04/05/2015 10:11

Redazione ImpresaGreen

E’ innovazione la parola d’ordine di Expo 2015, dove Enel ha contribuito a realizzare la prima Smart City al mondo da 100 mila abitanti, costruita al 100% elettrica.  
Enel, Global Official Partner dell'evento, ha installato tecnologie all'avanguardia che caratterizzeranno le città del futuro: dai più moderni sistemi per la gestione e il controllo della rete elettrica, la smart grid, fino ad arrivare agli impianti di accumulo dell’energia elettrica, alle infrastrutture di ricarica dei veicoli elettrici e all’illuminazione pubblica intelligente ed efficiente.  
Ecco tutti i numeri “energetici” della Smart City Expo:
  • 75 MW di  potenza installata
  • 1.000.000 di KWh al giorno i consumi stimati, pari a quelli di una cittadina da 100 mila abitanti
  • 100 cabine di media tensione per la consegna dell’energia elettrica ai padiglioni;
  • 100 punti di ricarica per i veicoli elettrici, 30 sul perimetro del sito e 70 all’esterno;
  • 8.500 punti luce a led, Archilede, per l’illuminazione dell’area espositiva: risparmio di circa 280.000 kWh, una riduzione dei consumi pari al 36%;
  • 1 storage per l’ottimizzazione locale dei flussi di energia (270 kw);
  • 1 centro operativo di gestione e controllo della smart grid attivo 24 ore su 24;
  • 1 show room per coinvolgere i visitatori.
La smart grid è dotata di un sistema di telecontrollo e di protezione evoluto, mettendo in campo un esercizio della rete di media tensione ad anello chiuso che garantirà una qualità del servizio elevata, grazie a interventi automatici in grado di isolare il tratto di rete danneggiato da eventuali guasti senza disservizi per clienti e visitatori.  
Ogni padiglione ha a disposizione un sistema di Energy Management dedicato che rende partecipe il visitatore dell’utilizzo dell’energia e combina le più avanzate tecnologie in grado di: monitorare e controllare consumi e fabbisogno energetico, ottimizzare i flussi di energia e integrare gli impianti da fonte rinnovabile e i sistemi di accumulo.  
Enel contribuisce anche ad illuminare l’area espositiva con una vasta rete di illuminazione pubblica, apparecchi a led ad alta efficienza per un’illuminazione esterna del padiglione di qualità. Anche quest’impianto sarà gestito ed integrato con il sistema di Energy Management e permetterà di ottimizzare l’utilizzo dell’illuminazione, sempre in armonia con la luce naturale del sito espositivo.  
Enel sarà presente ad Expo anche con un Padiglione interattivo, che, all’interno di un “bosco virtuale illuminato”, permetterà ai visitatori di vedere dall’interno il centro di controllo di una città intelligente, vero e proprio centro nevralgico della Smart City i cui tecnici ed esperti interagiscono con le diverse tecnologie dei vari impianti.

Cosa ne pensi di questa notizia?