Ecolight e Leroy Merlin presentano le nuove EcoIsole a Pantigliate e Lissone

Posizionati due nuovi cassonetti automatizzati di prossimità per il conferimento gratuito di piccoli utensili ed elettrodomestici, lampadine a risparmio energetico esauste e cellulari.

Pubblicata il: 22/04/2016 10:40

Redazione ImpresaGreen

Piccoli utensili ed elettrodomestici, trapani, avvitatori, telecomandi, cellulari e vecchie lampadine a risparmio energetico non più funzionanti: da oggi è possibile portarli in negozio. I punti vendita Leroy Merlin di Pantigliate (strada consortile vecchia Paullese) e di Lissone (via Nuova Valassina) sono stati dotati delle innovative EcoIsole RAEE.
Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, ha posizionato oggi, giovedì 21 aprile, i primi due cassonetti intelligenti delle province di Milano e Brianza: qui i cittadini potranno conferire gratuitamente piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, lampadine a risparmio energetico e neon non più funzionanti contribuendo alla raccolta dei RAEE e ad un maggiore rispetto dell’ambiente.  I rifiuti elettronici rappresentano infatti un’importante risorsa: essendo riciclabili per oltre il 90% del loro peso, se correttamente raccolti e trattati, possono fornire significativi volumi di materie prime seconde come plastica, metalli e vetro. I piccoli rifiuti elettronici in particolare sono quelli più difficili da raccogliere: si stima che solamente il 20% segua un corretto percorso di raccolta, recupero e smaltimento. 
Come funziona l’EcoIsola? Di dimensioni contenute (1,5x1,2x1,5 metri) e interamente automatizzata, l’Ecoisola è di facile utilizzo: al consumatore è sufficiente indicare il tipo di prodotto da smaltire (se un piccolo elettrodomestico o una lampadina), quindi identificarsi con la carta regionale dei servizi e inserire il rifiuto nello sportello indicato. A conferma dell’avvenuto conferimento, al termine viene rilasciato uno scontrino. Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa i tecnici per lo svuotamento via sms. I rifiuti conferiti vengono così tracciati dal momento del conferimento fino al trattamento e recupero, nell’intento di prevenire il traffico illegale dei RAEE. Inoltre, i cittadini avranno sempre la certezza che i materiali conferiti seguiranno la filiera corretta, con grande beneficio per l’ambiente.   
«L’EcoIsola RAEE nasce dall’esperienza del progetto europeo Identis WEEE con l’obiettivo di sviluppare soluzioni innovative per incrementare la raccolta dei rifiuti elettronici», spiega Giancarlo Dezio, direttore generale di Ecolight tra i maggiori consorzi nazionali per la gestione dei RAEE. «Le Ecoisole rispondono a due esigenze importanti: anzitutto, agevolano il cittadino-consumatore nel conferire correttamente il proprio rifiuto. Essendo localizzate in aree commerciali ad alta frequentazione, le Ecoisole sono infatti facilmente raggiungibili. Inoltre, questo sistema riesce a dare una risposta concreta agli obblighi dell’Uno contro Zero, che impone alla grande distribuzione di ritirare i piccoli RAEE gratuitamente».

Cosa ne pensi di questa notizia?