Raccolta rifiuti, boom di imprese in Lombardia +62% in nove anni

Sono oltre 36 mila iscritte all’Albo gestori ambientali, una su quattro in Italia. Milano, Brescia e Bergamo le più attive.

Pubblicata il: 11/05/2016 10:26

Redazione ImpresaGreen

Raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti per conto terzi o di quelli derivanti solo dalle proprie produzioni, intermediazione e commercio, bonifica di siti e beni contenenti amianto: sono attività a cui si dedicano sempre più imprese lombarde.
Crescono infatti del 62% in nove anni le iscrizioni all’Albo nazionale dei gestori ambientali, sezione Lombardia, tenuto dalla Camera di commercio di Milano: sono oggi oltre 36 mila, quasi un quarto del totale italiano. E ora, grazie all’invio telematico delle pratiche le lombarde possono risparmiare circa mezzo milione di euro all’anno, solo di diritti di segreteria, bolli e diritti annuali ridotti, senza contare l’impatto positivo sull’ambiente derivante dai mancati spostamenti (stima Camera di commercio di Milano su dati Ecocerved).
Le imprese iscritte in Lombardia: Milano da sola ne conta più di 8 mila, seguita da Brescia con 6 mila e da Bergamo con 5 mila. Rispetto al 2007 a superare la crescita media lombarda sono Sondrio ma anche Milano e Monza insieme, Brescia, Varese e Lecco. Le attività più richieste dalle imprese lombarde del settore, oltre al trasporto dei rifiuti conto proprio (32 mila), sono la raccolta e il trasporto di rifiuti non pericolosi (quasi 3 mila) e l’intermediazione e commercio di rifiuti (1.465).
Si aggirano sulle mille quelle che si occupano di raccolta e trasporto di rifiuti pericolosi così come di RAEE (rifiuti elettrici ed elettronici) e di bonifica di beni contenenti amianto. Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano su dati Albo nazionale dei gestori ambientali a maggio 2016 rispetto al 2007.

Cosa ne pensi di questa notizia?