Eurotunnel: nuovo sistema di raffreddamento che riduce l'impatto ambientale

E' stato realizzato un nuovo sistema di raffreddamento nel tunnel della Manica, che assicura un risparmio energetico minimo del 33% o di 4,8 GWh all'anno.

Pubblicata il: 04/06/2018 15:36

Redazione ImpresaGreen.it

Eurotunnel ha pubblicato i dati ufficiali che dimostrano come il nuovo sistema di raffreddamento realizzato nel tunnel della Manica abbia ottenuto un risparmio energetico del 33% dopo la prima stagione di utilizzo, mantenendo la temperatura a livelli determinati. Grazie a questo nuovo sistema di raffreddamento, nel 2017 l'operatore ha risparmiato 4,8 GWh e circa 500.000 €, ovvero l'equivalente dell'elettricità consumata da 1.000 abitazioni. 
Il tunnel della Manica collega il Regno Unito da Folkestone nel Kent, a Coquelles, Pas-de-Calais, nella Francia settentrionale. Senza un costante raffreddamento, il calore generato dai treni ad alta velocità che attraversano il tunnel della Manica tende a portare le temperature interne oltre i 35 °C, che rappresenta il valore massimo al di sopra del quale non è più possibile ottenere condizioni ottimali per il funzionamento dei servizi. Il nuovo sistema consente il mantenimento della temperatura ambiente intorno ai 25 °C. 

trane-eurotunnel--2-.jpg
Il sistema include quattro refrigeratori ad elevata potenzialità (da 2.600 kW a 14.000 kW) CenTraVac Serie E di Trane. Questi refrigeratori hanno un'efficienza energetica superiore del 10% rispetto al secondo miglior refrigeratore disponibile in questo tonnellaggio. Due di tali refrigeratori vengono impiegati a Sangatte, Francia, già dal 2016, mentre le restanti unità installate a Shakespeare Cliff, nel Regno Unito, sono operative dalla fine di ottobre 2017.

Cosa ne pensi di questa notizia?