Costa Crociere presenta l’edizione 2017 del bilancio di sostenibilità

Nel corso del 2017 a bordo della flotta Costa sono stati ridotti del 4,4%i rifiuti prodotti per passeggero al giorno, e del 2% il consumo totale di acqua.

Pubblicata il: 12/06/2018 15:02

Redazione ImpresaGreen.it

Costa Crociere pubblica la nuova edizione del Bilancio di Sostenibilità “Sea You Tomorrow – Rotta verso il futuro”, disponibile per il download su www.costacrociere.it/sostenibilita. Il documento presenta la strategia e il piano programmatico della compagnia crocieristica italiana in ambito di sostenibilità, descrivendo i principali progetti e i risultati raggiunti nel 2017. In questa edizione, vengono pienamente recepiti e integrati gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG’s) fissati dall’Agenda 2030 definita dall’ONU per promuovere lo sviluppo responsabile a livello globale.
Le tre sezioni in cui è suddiviso il Bilancio di Sostenibilità di Costa Crociere – SEA, YOU e TOMORROW – affrontano, rispettivamente, i temi della tutela dell’ambiente, della creazione di valore condiviso e dell’innovazione responsabile, pilastri su cui si basano le iniziative di sostenibilità di Costa Crociere.  
SEA - Riduzione delle emissioni, ottimizzazione dei consumi, gestione dei rifiuti in ottica di recupero, riuso e riciclo, contrasto al cambiamento climatico e salvaguardia degli ecosistemi marini sono obiettivi ampiamente integrati nelle attività operative. Nel percorso verso la minimizzazione degli impatti diventano fondamentali il coinvolgimento attivo e la collaborazione di tutti gli stakeholder di riferimento, dagli ospiti della nave ai partner logistici fino agli enti locali dei territori raggiunti e visitati.
 YOU - Centrale nella strategia di Costa per lo sviluppo sostenibile la promozione di un modello di impresa e di turismo in grado di garantire sviluppo economico ed opportunità di crescita nei luoghi raggiunti dalle sue navi, valorizzandone l’identità, la cultura e il patrimonio naturale. L’impegno di Costa si concentra così nella promozione di un’idea di turismo sostenibile, fondata sul dialogo partecipativo con i territori e le comunità locali e sulla sensibilizzazione dei crocieristi verso un’esperienza turistica sempre più autentica.Esempio concreto è la partnership siglata nel 2017 da Costa Crociere con l’Associazione de I Borghi più belli d’Italia, collaborazione che si fonda sui principi di sostenibilità e valorizzazione del patrimonio culturale e territoriale italiano ancora da scoprire.  
TOMORROW – Sul piano dell’innovazione responsabile, Costa riconferma ancora una volta il suo ruolo di pioniere del comparto crocieristico con le due nuovi navi alimentate a LNG (gas naturale liquefatto, che rappresenta il combustibile fossile più “pulito” attualmente disponibile), che entreranno in servizio nel 2019 e nel 2021.   
Ambizioso e importante traguardo verso la promozione di un approccio responsabile e sostenibile è il programma 4GOODFOOD, che si propone di ridurre del 50% lo spreco alimentare a bordo entro il 2020. Costa ha infatti avviato un percorso, unico per il settore marittimo, sul tema del valore del cibo e del consumo responsabile nel complesso contesto della nave da crociera, che mette al centro l’ospite-cittadino. Un progetto integrato, a 360°, che va dalla revisione dell’offerta gastronomica di bordo alla gestione delle eccedenze alimentari, attraverso la sensibilizzazione e il coinvolgimento diretto di ospiti ed equipaggio nella grande sfida globale di invertire il trend. Attualmente l’esperienza è stata attivata in cocnomitanza con gli scali di Costa Diadema nel porto di Savona e nel porto di Civitavecchia, e, dal maggio 2018, anche nel porto di Marsiglia con Costa Fascinosa e nel porto di Bari con Costa Deliziosa. Nei primi 10 mesi, dal 15 luglio 2017 al 15 maggio 2018, sono state destinate ad associazioni caritatevoli locali, grazie alla rete territoriale del Banco Alimentare, circa 28.700 porzioni. L’obiettivo è di estendere il progetto anche ad altri porti in Italia e del Mediterraneo.

Cosa ne pensi di questa notizia?