E.ON e Fantinato Group avviano la riqualificazione energetica di 15 punti vendita

Il progetto si inquadra nel programma E.ON ‘Energy4green’ dedicato alle imprese per la riduzione dello spreco energetico e per la promozione dell’efficienza energetica e l’ottimizzazione dei consumi.

Pubblicata il: 26/10/2018 15:41

Redazione ImpresaGreen.it

E.ON e Fantinato Group hanno sottoscritto un accordo per il coinvolgimento della multinazionale dell’energia nel progetto di ristrutturazione e rinnovo energetico dei supermercati del gruppo Fantinato, affiliato Carrefour Market, ubicati nelle province di Milano, Varese e Como.
E.ON si occuperà in particolare della progettazione e realizzazione delle soluzioni energetiche ad alta efficienza a servizio delle utenze energivore dei punti vendita, come le centrali frigorifere per il freddo alimentare, l’illuminazione efficiente e la climatizzazione. Dove possibile saranno anche adottate soluzioni di autoproduzione di energia da fonte rinnovabile, ad esempio il fotovoltaico.
L’accordo con E.ON prevede un investimento significativo nei prossimi due anni ed impatta su oltre 15 punti vendita. Mediamente si stima di poter ridurre i consumi energetici del singolo punto vendita di più del 30%; a tale risparmio potrà essere sommata l’autoproduzione di energia elettrica tramite solare fotovoltaico.
I primi due punti vendita di Fantinato Group per i quali sono state già completate le progettazioni, localizzati nei comuni di Parabiago (MI) e Sesto Calende (VA), saranno completati entro l’inizio del 2019 e potranno beneficiare di una riduzione dei consumi di circa 300.000 kWh/anno per singolo punto vendita, corrispondenti a 140 t/CO2 all’anno di mancate emissioni.
Il progetto si inquadra nel programma E.ON ‘Energy4green’ dedicato alle imprese per la riduzione dello spreco energetico e per la promozione dell’efficienza energetica e l’ottimizzazione dei consumi.
L’iniziativa consente a E.ON di fornire alle PMI e ai clienti industriali un ampio programma di riduzione e compensazione della CO2 prodotta, inclusi diversi servizi “green” come CarbonFootprint, WaterFootprint, Modello ISO 50001, progetti di compensazione e di comunicazione verde.

Cosa ne pensi di questa notizia?