Polizia e Terna insieme per la protezione delle infrastrutture critiche della rete elettrica

Il progetto prevede lo sviluppo e l’integrazione nell’infrastruttura Terna di un modulo appositamente realizzato e denominato Energy (NRG) della piattaforma tecnologica Mercurio per il controllo del territorio, di cui già si avvale la Polizia di Stato.

Pubblicata il: 12/11/2018 14:52

Redazione ImpresaGreen.it

E’ stato firmato dal Direttore del Servizio Controllo del Territorio della Polizia di Stato, Maurizio Vallone, e dal Responsabile Corporate Affairs di Terna, Bernardo Quaranta, alla presenza del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli, del Direttore Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, Vittorio Rizzi, e dell’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Terna, Luigi Ferraris, un accordo con il quale le parti coinvolte si impegnano a mettere in campo azioni sinergiche per incrementare la sicurezza e la protezione delle infrastrutture critiche di Terna. Tale accordo si inserisce nell’ambito del Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Interno e della discendente Convenzione fra Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Terna con l’obiettivo di assicurare livelli di salvaguardia fisica delle stazioni e linee elettriche sempre più elevati. 
Il progetto prevede lo sviluppo e l’integrazione nell’infrastruttura Terna di un modulo appositamente realizzato e denominato Energy (NRG) della piattaforma tecnologica Mercurio per il controllo del territorio, di cui già si avvale la Polizia di Stato. Ciò al fine di consentire l’invio tempestivo di segnalazioni di eventi geolocalizzati di intrusione nei siti critici di Terna, rendendo più rapido un eventuale intervento da parte della Polizia. In questo modo verranno disciplinate tecnicamente le modalità di realizzazione del collegamento tra i sistemi di video allarme di Terna e le centrali operative delle Forze di Polizia, nonché, attraverso procedure mirate e innovativi strumenti informatici del proprio Security Operations Center (SOC), Terna favorirà uno scambio di informazioni e immagini con le Questure territorialmente competenti.
L’accordo di oggi fa seguito ad un piano di cooperazione già avviato e finalizzato alla tutela di una delle maggiori infrastrutture strategiche del Paese costituita da oltre 72.000 km di linee in alta tensione e 873 stazioni elettriche, su cui transitano ogni anno circa 320 miliardi di kWh di fabbisogno elettrico nazionale. 

Cosa ne pensi di questa notizia?