Logo ImpresaGreen.it

Gruppo Sanpellegrino sempre più green grazie ai mezzi LNG Scania

Il navettaggio da San Pellegrino Terme all'hub di Madone sarà effettuato al 100% con mezzi alimentati con un combustibile a basso impatto ambientale.

Redazione ImpresaGreen

Il Gruppo Sanpellegrino rafforza il proprio impegno per la sostenibilità ambientale utilizzando da fine gennaio una nuova flotta costituita al 100% da veicoli alimentati a LNG (Liquefied Natural Gas) per il trasporto dell'acqua minerale S.Pellegrino dallo stabilimento di Ruspino all'hub di Madone dal quale l'acqua, ambasciatrice del gusto e simbolo dell'eccellenza italiana sulle tavole di tutto il mondo, viene distribuita in oltre 150 Paesi. 
Grazie all'LNG, un combustibile innovativo contraddistinto da una riduzione delle emissioni di anidride carbonica e ossidi di azoto notevolmente inferiori rispetto ai più moderni veicoli a diesel per il trasporto merci e da un'assenza di anidride solforosa e particolato, da oggi Sanpellegrino dispone di una flotta di camion a basso impatto ambientale che sostituisce integralmente i mezzi utilizzati finora per il navettaggio dell'acqua S.Pellegrino. Un progetto innovativo, realizzato con il supporto logistico del Gruppo Koiné e la tecnologia dei veicoli Scania, che permette al brand di tagliare un nuovo importante traguardo nel segno della sostenibilità.
L'impegno sostenibile del gruppo si completa quindi con la scelta di operatori logistici dotati di mezzi all'avanguardia e a basso impatto ambientale, come i veicoli della flotta a LNG, dotati di un nuovo motore a metano Scania da 13 litri (con una coppia di 2000 Nm e 410 CV) con prestazioni paragonabili a un motore a diesel di pari potenza. Sul fronte della sostenibilità, il metano assicura una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 15% con l'utilizzo di metano di origine fossile, mentre con il biometano può garantire una riduzione fino al 90%.


Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 31/01/2019

Tag: