Logo ImpresaGreen.it

Estrarre acqua dall'atmosfera? È possibile con Saba Technology e il suo sistema "Easy Drop"

Dalla tecnologia "Easy Drop" nascerà "IntelGreenhouse" la serra intelligente, la serra del futuro al 100% autosufficiente capace di generare l'acqua necessaria per l'irrigazione giornaliera

Redazione ImpresaGreen

Creare acqua dall'atmosfera è possibile. Per un pianeta in allarme rispetto alle risorse idriche e alla desertificazione potrebbe essere un motivo di speranza. Per questo Saba Technology, start up innovativa siciliana, ha deciso di dedicare forze e risorse a questo obiettivo. 
Ideata da Salvatore Bascio e Claudia Volpe, una coppia di coniugi di Campobello di Mazara, in provincia di Trapani, ha ottenuto il brevetto del sistema "Easy Drop" per pannello e lo "Zaino HiTech".
Dopo tre anni di studi, con la collaborazione di ingegneri e ricercatori, si è giunti alla realizzazione del primo prototipo test.  Si tratta di un pannello alimentato da celle fotovoltaiche che ha la capacità di produrre 35 litri di acqua ogni 10 ore d'attività, quindi 100 mq. di pannelli producono circa 3500 litri ogni 10 ore di funzionamento.
Produrre acqua con tecnologie innovative e con sistemi veloci permette un impiego di queste tecnologie in paesi che hanno gravi problemi di approvvigionamento. Il sistema "Easy Drop" può essere, dunque, una valida soluzione tecnologica per ridimensionare il problema dell'acqua.
Saba Technology punta molto su un prodotto: dalla tecnologia "Easy Drop" nascerà  "IntelGreenhouse" la serra intelligente, la serra del futuro al 100% autosufficiente capace di generare l'acqua necessaria per l'irrigazione giornaliera. La serra con pannelli "Easy Drop" potrà essere posizionata in quei territori con condizioni climatiche estreme o carenti di risorse idriche e trasformerà le serre tradizionali in serre autosufficienti garantendo una coltura intensiva e di alta qualità che consentirà di coltivare ortaggi, frutteti, legumi.
La "IntelGreenhouse" produrrà energia, grazie al telo in silicio trasparente, acqua ricavandola dall'umidità presente in atmosfera e sarà dotata di lampade led che riprodurranno la luce naturale del giorno al fine di accelerare il processo di fotosintesi. I pannelli per uso agricolo saranno dotati di un sistema di "Air detector" sensori che controlleranno l'area in entrata intercettando agenti patogeni che potrebbero attaccare le piante da eventuali virus, insetti, parassiti. Altro core business dell'azienda sarà lo "Zaino HiTech" che verrà realizzato con un particolare materiale a base di silicio capace di produrre energia dal sole, la stessa sarà accumulata e servirà per il funzionamento del sistema, che produrrà 5 litri d'acqua al giorno ricavata dall'umidità presente in atmosfera.
Saba Technology sta lavorando anche alla realizzazione di "IntelSole", uno scarpone intelligente che, solo con il movimento del piede, riuscirà a generare energia sufficiente ad alimentare tre computer portatili e sarà dotato di un sensore che intercetterà fonti esplosivi in una distanza di 20 metri per un raggio di 180°.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 05/04/2019

Tag: