Solare-termico, il sottosegretario all'Ambiente Menia analizza la realtà del Friuli Venezia Giulia

Il sottosegretario all'Ambiente Roberto Menia si è recato in Friuli Venezia Giulia, per approfondire le potenzialità del solare termico applicate al settore dell'Agroalimentare.

Pubblicata il: 04/03/2010 09:00

Redazione GreenCity

Quale contributo di sviluppo al settore dell'agroalimentare del Friuli Venezia Giulia può offrire l'applicazione della tecnologia del solare termico? Se ne è interessato il sottosegretario all'Ambiente Roberto Menia che, lo scorso sabato 27 febbraio ha dedicato un'intera giornata all'approfondimento delle potenzialità di questa tecnologia accompagnato da Arrigo Burello, vicepresidente di Assolterm, l'associazione nazionale per lo sviluppo del solare termico.
La visita di Roberto Menia è cominciata nell'azienda Super Solar di San Daniele del Friuli, di cui è titolare lo stesso Burello che, con il suo team tecnico, ha illustrato al Sottosegretario i modelli più evoluti di pannelli solari termici progettati, creati per permettere un risparmio energetico sia negli impianti privati che aziendali.
Per approfondire un esempio di progettualità solare termica applicato agli ambiti produttivi dell'agroalimentare, la visita dell'onorevole Menia è continuata presso il prosciuttificio Framon Spa di San Daniele del Friuli, azienda che già collabora con Super Solar e che a breve sarà il primo impianto di produzione solarizzato del Consorzio Prosciutto di San Daniele.
Nel pomeriggio il sottosegretario Roberto Menia ha visitato l'azienda Venica&Venica di Dolegna del Collio. L'azienda è una delle prime realtà ecosostenibili del suo settore avendo da anni sviluppato tecnologie incentrate sul risparmio energetico e dello sviluppo di tecnologie in grado di produrre energie a partire da combustibili rispettosi dell'ambiente.

Cosa ne pensi di questa notizia?