Siglato l'accordo tra A2A e Citylife per il teleriscaldamento

Il primo caso a Milano di alimentazione di un intero quartiere, per tutte le esigenze di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo, a emissioni zero. L'accordo si inserisce nella politica energetica di CityLife per la minimizzazione dell'impatto ambientale.

Pubblicata il: 08/03/2010 14:00

Redazione GreenCity

CityLife e A2A, per il tramite di A2A Calore & Servizi, la società del gruppo A2A che si occupa di teleriscaldamento, hanno siglato l'accordo relativo all'alimentazione energetica del quartiere CityLife, in via di realizzazione nell'area dell'ex fiera di Milano. Si tratta del primo esempio nella città di Milano in cui l'intero sistema di raffreddamento e riscaldamento sarà realizzato a emissioni zero, senza alcun tipo di combustione. 
L'acqua calda sarà fornita da A2A tramite un collegamento con la rete di teleriscaldamento proveniente dal termovalorizzatore Amsa di Figino - Silla 2, dove si attua il recupero energetico di calore pulito a partire dal calore residuo recuperato dall'impianto. Questa realizzazione tecnologica consente di ridurre al minimo l'impatto ambientale sul territorio, riducendo a zero le emissioni inquinanti locali, di evitare l'installazione di caldaie convenzionali a gas, eliminando completamente tutti i camini e di garantire una maggior sicurezza di esercizio degli impianti.
CityLife costituisce un quartiere a emissioni zero. Il progetto fonda la propria politica energetica sull'impiego dell'acqua come risorsa primaria: da un lato il teleriscaldamento fornito da A2A per il riscaldamento e il raffrescamento nelle torri (destinate prevalentemente a uffici) e per l'acqua calda sanitaria nelle residenze, dall'altro l'utilizzo di pompe di calore alimentate dall'acqua di falda per le stesse esigenze nelle abitazioni.
L'acqua di risulta del sistema di riscaldamento e condizionamento delle residenze sarà riciclata per l'irrigazione del parco, delle aree verdi condominiali e per gli scarichi dei servizi igienici, in un'ottica di ottimizzazione delle risorse disponibili. Tutti gli edifici di CityLife sono costruiti secondo criteri volti a massmizzare le prestazioni energetiche. In particolare, le residenze sono certificate in Classe A, in virtù delle scelte di alimentazione oltre che di impiego di accorgimenti costruttivi, tra cui l'isolamento termico garantito dai materiali di facciata. Rispetto alla media degli edifici della città di Milano (Classe G), le residenze CityLife certificate in Classe A riducono i costi di gestione dell'80%.
In tutti i comparti residenziali sono anche installati pannelli fotovoltaici, che consentono di ridurre sensibilmente il consumo energetico necessario per il funzionamento degli impianti. 
A completare in maniera determinante il profilo ecologico del quartiere è il grande parco pubblico, esteso su circa 165.000 mq, diventando così il terzo parco del centro di Milano. Un'area che ospiterà 2.000 nuovi alberi . Il Parco di CityLife è pensato per consentire l'assorbimento di oltre 60.000 kg/anno di CO2 e 800 kg/anno di inquinanti atmosferici.

Cosa ne pensi di questa notizia?