Logo ImpresaGreen.it

Accordo tra Lamborghini e Ministero dell'Ambiente per la sostenibilità

Il ministro Corrado Clini e l'AD di Lamborghini Stephan Winkelmann hanno firmato un accordo di collaborazione per valorizzare la sostenibilità ambientale di processi produttivi e prodotti

Redazione ImpresaGreen

Automobili Lamborghini ha siglato ieri un accordo con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare per l’avvio di una collaborazione volta a promuovere iniziative dedicate alla valorizzazione della sostenibilità ambientale dei processi produttivi e dei prodotti.
La firma dell’accordo è avvenuta a Milano presso la sede di Lamborghini, alla presenza della stampa. Firmatari il ministro Corrado Clini e il Presidente e AD di Automobili Lamborghini, Stephan Winkelmann.
Con tale accordo si intende definire una metodologia per l’analisi e la contabilizzazione del totale delle emissioni di CO2 prodotte (carbon footprint), durante le fasi di realizzazione delle monoscocche e delle parti in fibra di carbonio, nell’ottica di una loro riduzione e/o neutralizzazione.
clini-winkelmann.jpgCorrado Clini e Stephan Winkelmann alla firma dell'accordo
L’azienda sarà inoltre impegnata nella definizione di un sistema di gestione per la riduzione delle emissioni, specifico per il settore della progettazione, sviluppo e produzione di automobili di lusso.
Nel corso dell’evento, i rappresentanti di Lamborghini hanno riassunto i risultati raggiunti e gli obiettivi annunciati nel campo della sostenibilità. La Casa di Sant’Agata Bolognese ha infatti impostato una strategia per l’ambiente basata sull’innovazione sia dei processi produttivi sia del prodotto, con gli obiettivi di ridurre del 35% le emissioni di CO2 delle proprie vetture e di rendere l’intero stabilimento a impatto nullo rispetto alle emissioni di CO2 entro il 2015.
Automobili Lamborghini è inoltre la prima azienda costruttrice di automobili in Italia ad avere ottenuto nell’ottobre 2011 la certificazione ISO 50001, e nel luglio di quest’anno ha inaugurato il primo edificio industriale multipiano in Italia a essere certificato in classe energetica A, dedicato allo sviluppo dei prototipi e delle vetture pre-serie.
Dal canto suo, il ministro Clini ha sottolineato come la richiesta di requisiti di scarso impatto ambientale sia avviata a diventare nel mondo uno standard di fatto, e come per le imprese italiane sia importante prepararsi a rispettarlo per mantenere competitività.
L’accordo con Lamborghini fa parte del programma del ministero per la valutazione dell’impronta ambientale” – ha continuato Clini –  “che valorizza l'impegno dalle aziende italiane che intendono rispondere alla richiesta di certificazione di qualità ambientale e di innovamento tecnologico, quali fattori di competitività nei mercati internazionali soprattutto per i prodotti di alto livello, bandiera del made in Italy".

aventador-j-04.jpg

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 15/11/2012

Tag: