Logo ImpresaGreen.it

Crown Equipment pubblica il rapporto globale 2013 sulla sostenibilità

La relazione sottolinea l’impegno di Crown per ridurre al minimo il proprio impatto ambientale, agevolando allo stesso tempo gli sforzi eco-sostenibili dei clienti.

Redazione ImpresaGreen

Crown Equipment, tra le maggiori aziende a livello mondiale nella movimentazione di materiali, ha pubblicato oggi il rapporto ecologic 2013, che evidenzia gli sforzi globali di Crown per minimizzare gli sprechi, gestire l’utilizzo di energia e massimizzare la vita utile di prodotti e strutture.
La relazione 2013 può essere scaricata all’indirizzo http://www.crown.com/it/chi-siamo/ecologic-sostenibilita.html
L’indagine si concentra sui progressi realizzati da Crown in merito a impianti e catena logistica aziendali, ma non solo. Questa edizione enfatizza anche l’impegno vincente dell’azienda per l’ideazione, la progettazione e la realizzazione di apparecchiature e soluzioni per la movimentazione di materiali in grado di coadiuvare i clienti nei loro sforzi eco-sostenibili, grazie a una maggiore efficienza energetica che consente loro di risparmiare risorse preziose e diminuire i costi.
Ciò è reso possibile da prodotti come il trilaterale serie TSP 7000 con una tecnologia di abbassamento a recupero d’energia, che favorisce consumi ridotti di energia e l’incremento dell’autonomia fino al 15%; o il sistema di gestione dati del parco carrelli InfoLink, un’esclusiva Crown, che aiuta i clienti a monitorare l’efficienza nell’uso del parco carrelli e delle attività complessive.
Risale al mese scorso il più recente riconoscimento a InfoLink, che è valso a Crown il premio di miglior Carrello elevatore internazionale dell’anno nella categoria Soluzioni per carrelli elevatori, conferito da una giuria di 12 giornalisti europei indipendenti.
"InfoLink rende possibile un uso più efficiente dei carrelli, fornendo una panoramica completa dell’utilizzo delle apparecchiature; inoltre, grazie al monitoraggio degli impatti orientato alla sicurezza, la guida degli operatori è più attenta e il numero di incidenti diminuisce" afferma Gerrit Viveen, responsabile del reparto tecnico di Yamaha per l’area Paesi Bassi, Francia e Italia.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 24/07/2013

Tag: