Leroy Merlin: oltre la corporate social responsibility

Presentato il Report di Sviluppo Sostenibile dell’azienda, in cui il 99% dei collaboratori è anche azionista.

Pubblicata il: 03/06/2015 10:24

Redazione ImpresaGreen

Si è tenuto a Milano il Green Day Leroy Merlin Italia, azienda francese nel mercato del bricolage e del fai-da-te.
Leroy Merlin Italia ha presentato il Report di Sviluppo Sostenibile e il suo approccio alla sostenibilità, che da anni consiste nel rendere tangibili i valori intangibili, preferendo azioni concrete a generiche dichiarazioni di impegno.  
Un approccio che va OLTRE la Corporate Social Reponsibility, come indica il titolo di questa ottava edizione del Green Day, e che significa per Leroy Merlin porsi sempre nuovi obiettivi, cercare di innovare, alzare l’asticella in una sfida che si gioca in un mercato in continuo e rapido cambiamento. La prima sfida per Leroy Merlin Italia è rappresentata dalla volontà di coinvolgere sempre di più i Collaboratori che sono anche i veri protagonisti del Green Day. Il 99% dei essi è anche azionista, l’età media è 35 anni.
Un secondo punto di forza dell’impegno di Leroy Merlin Italia nella sostenibilità è il lavoro per rendere sempre più sostenibile la filiera. Anche per questo l’azienda ha organizzato nelle scorse settimane Diritti per la nostra strada, un percorso di aggiornamento che ha coinvolto centinaia di fornitori. Nel corso di formazione sono stati approfonditi i principi del nuovo Codice di Condotta dell’azienda ma anche la sua politica di CSR attraverso il confronto con altre realtà italiane ed internazionali. Più del 45% dei fornitori di Leroy Merlin ha accettato il Codice di Condotta e oltre il 90% dei fornitori in legno ha sottoscritto la politica di gestione del legno che prevede la tracciabilità al 100% e la certificazione al 100% per il legname proveniente da paesi extraeuropei.  
La terza sfida per Leroy Merlin Italia continua ad essere l’ascolto dei bisogni della comunità. Dal Bricolage del cuore, iniziativa che vede i Collaboratori lavorare con associazioni e enti del territorio molto cresciuta nell’ultimo anno all’attività nelle scuole con progetti di formazione e di riqualificazione dei giardini scolastici.

Cosa ne pensi di questa notizia?