Leader Mobile azzera le emissioni di Co2 ed ottiene la certificazione ISO 14064

Leader Mobile è la prima società italiana di Mobile Marketing ad essere certificata e ad aver compensato totalmente le sue emissioni con i crediti VER.

Pubblicata il: 30/07/2015 11:20

Redazione ImpresaGreen

Leader Mobile, che da oltre dieci anni accompagna 20mila aziende nel mobile marketing, sceglie la strada della sostenibilità, ottenendo la certificazione ISO 14064 - la carbon footprint delle organizzazioni,  accreditandosi ancor di più come  partner ideale in special modo per tutte le aziende che hanno fatto della sostenibilità uno dei loro punti di forza.  
Una scelta rivoluzionaria, la prima nel mondo del mobile marketing, e in linea con l’essenza stessa di questo tipo di comunicazione, già di per sé green poiché consente alle aziende di raggiungere i propri clienti evitando di stampare carta. Un settore in cui la sostenibilità ha un potenziale di crescita molto ampio, basti pensare che l’accesso a Internet da Mobile è aumentato del 20% in un anno, passando da 14,5 a 17,4 milioni di utenti unici nel giorno medio (dati Osservatorio Multicanalità 2015).  
«Oggi, la sostenibilità è un tema sempre più al centro delle scelte aziendali e delle pubbliche amministrazioni, soprattutto per chi come noi, basa la propria attività sull’innovazione e sul progresso sociale. Abbiamo scelto, quindi, di intraprendere questa strada per sensibilizzare le aziende con cui veniamo in contatto giorno dopo giorno, spingendole a ragionare con una consapevolezza maggiore rispetto alla tutela ambientale, in una logica Win Win per l'Ambiente e per l'impresa» -  ha dichiarato Claudio Ippolito, amministratore delegato di Leader Mobile.  
I server su cui l'azienda di Gioia del Colle(BA) poggia i suoi servizi, infatti, sono già certificati Iso14001, ma Leader Mobile ha voluto fare ancora di più certificandosi iso 14064 e aderendo al progetto CO2zero in Kikonda Forest Reserve: l’anidride carbonica emessa dalle sue attività e rendicontata per l'anno 2014 è stata totalmente compensata attraverso l’acquisto di «crediti di compensazione volontari» che permetteranno di sostenere l’importante progetto di riforestazione della foresta del Kikonda in Uganda. Iniziativa che a oggi ha già portato alla piantumazione di oltre un milione di alberi con un ritorno sociale importante sulla popolazione locale che trova lavoro in questa attività.

Cosa ne pensi di questa notizia?