Il Gruppo Ikea dimostra che proteggere l'ambiente fa bene al business

Alla Conferenza ONU sul clima (COP21), il Gruppo Ikea invita i leader mondiali a impegnarsi contro il riscaldamento globale, illustrando i vantaggi dell’energia rinnovabile e dei prodotti più sostenibili.

Pubblicata il: 10/12/2015 09:55

Redazione ImpresaGreen

Nel suo intervento odierno alla COP21, la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima, Peter Agnefjäll, Presidente e CEO del Gruppo Ikea, ha invitato le aziende a prendere tempestivi provvedimenti per la salvaguardia ambientale: “Servono azioni urgenti per contrastare i cambiamenti climatici: da questo dipende il futuro degli uomini e il successo delle aziende. Il Gruppo Ikea vuole dare un contributo concreto per vincere questa sfida. La lotta ai cambiamenti climatici è per noi un forte stimolo a innovare, investire e rinnovare” ha dichiarato Peter Agnefjäll, Presidente e CEO del Gruppo IKEA. 
In giugno il Gruppo Ikea e Ikea Foundation hanno annunciato l’intenzione di investire complessivamente 1 miliardo di euro per accelerare la transizione a un’economia a basso contenuto di carbonio e aiutare le comunità più colpite dalle disastrose conseguenze dei cambiamenti climatici. L’obiettivo del Gruppo IKEA entro il 2020 è produrre tanta energia rinnovabile quanta ne consumano le sue sedi nel mondo. Dal 2009 il Gruppo ha investito 1,5 miliardi di euro nel settore eolico e fotovoltaico. 
“Investiamo nell’energia rinnovabile perché vogliamo avere un impatto positivo e favorire la transizione a un’economia low carbon. Questo approccio ha grandi vantaggi anche per il business, poiché ci permette di controllare meglio i costi energetici ed è in linea con la nostra visione di creare una vita quotidiana migliore per la maggioranza delle persone” ha detto Peter Agnefjäll. Da settembre IKEA vende solo lampade e lampadine a LED, che consumano fino all’85% di energia in meno rispetto alle lampadine a incandescenza e durano fino a 20 anni.
A un evento organizzato nell’ambito della COP21 per il lancio della Global Lighting Challenge, Steve Howard, Chief Sustainability Officer del Gruppo Ikea, ha sottolineato il ruolo delle aziende nell’aiutare le persone a vivere in modo più sostenibile: “I nostri clienti sono preoccupati per i cambiamenti climatici e sceglieranno sempre prodotti più sostenibili se sapremo offrire prezzi convenienti e vantaggi chiari. I LED sono un grande esempio: fanno risparmiare energia rispetto alle lampadine a incandescenza e durano molto più a lungo. Nel nostro assortimento oggi vendiamo solo questa tecnologia e per i prossimi 5 anni, sino alla fine del 2020, abbiamo l’ambizione di vendere ai nostri clienti oltre 500 milioni di lampadine a LED” ha detto Steve Howard. 
Se questi 500 milioni di lampadine a LED sostituissero altrettante lampadine a incandescenza, ogni anno si risparmierebbe tanta energia quanta ne consumano annualmente tutte le utenze domestiche delle città di Parigi e Londra. Inoltre, nel ciclo di vita delle lampadine si eviterebbe l’immissione in atmosfera di 80 milioni di tonnellate di CO2. La Global Lighting Challenge è un’iniziativa che mira a raggiungere il totale complessivo di 10 miliardi di prodotti illuminotecnici ad alta efficienza e di alta qualità venduti entro il 2020.

Cosa ne pensi di questa notizia?