EGP mette in esercizio un nuovo impianto eolico negli Stati Uniti

Si tratta del sesto impianto eolico di EGP in Oklahoma, dove l’azienda ha messo in esercizio oltre 420 MW di capacità eolica nel solo 2015.

Pubblicata il: 21/12/2015 10:42

Redazione ImpresaGreen

Enel Green Power, attraverso la controllata Enel Green Power North America, ha messo in esercizio l’impianto eolico di Little Elk in Oklahoma, negli Stati Uniti. Si tratta del secondo impianto eolico messo in esercizio da EGP nello Stato americano a dicembre, dopo l’impianto da 200 MW di Goodwell.
"L’entrata in esercizio di Little Elk rafforza la nostra presenza negli Stati Uniti che si conferma così un importante mercato di sviluppo per Enel Green Power”, ha commentato Francesco Venturini, Amministratore Delegato di Enel Green Power. “Stiamo dimostrando di essere in grado di crescere  senza soluzione di continuità nel mercato americano delle rinnovabili avvicinandoci rapidamente  ai nostri  target di espansione di capacità”.
Little Elk, situato nelle contee di Kiowa and Washita e adiacente a Rocky Ridge - l’impianto eolico di EGPNA da 150 MW, già operativo -  ha una capacità installata totale di 74 MW ed è capace di generare più di 330 GWh all’anno, sufficienti a soddisfare il fabbisogno energetico di circa 27 mila famiglie statunitensi, evitando l’emissione in atmosfera di circa 240 mila tonnellate di CO2 l’anno.
La costruzione di Little Elk ha richiesto un investimento di circa 130 milioni di dollari, in parte finanziati attraverso un accordo di "capital contribution" con Mitsubishi UFJ Financial Group, Inc.
Il progetto è supportato da un accordo per l’acquisto dell’energia prodotta (PPA) della durata di 25 anni con la People‘s Electric Cooperative of Oklahoma (PEC).
Con Little Elk, EGP, nel solo 2015, ha messo in esercizio oltre 420 MW di capacità eolica in Oklahoma, più di qualsiasi altro operatore nello Stato americano.
EGP gestisce ora in Oklahoma sei impianti eolici, che rappresentano il 40% della capacità totale dell’azienda in Nord America e producono abbastanza energia da soddisfare i consumi annui di oltre 330 mila famiglie statunitensi, evitando l’emissione in atmosfera di circa due milioni di tonnellate di CO2 all’anno.

Cosa ne pensi di questa notizia?