Terna confermata per l’ottavo anno consecutivo nell’indice Dow Jones Sustainability

Le performance ambientali registrano il punteggio più alto nel settore Electric Utilities. Massimo punteggio (100/100) nel nuovo criterio sulla materialità.

Pubblicata il: 12/09/2016 09:34

Redazione ImpresaGreen

I risultati della review annuale dell’agenzia svizzera di rating di sostenibilità RobecoSAM confermano per l’ottavo anno consecutivo la presenza di Terna fra le prime posizioni del prestigioso Dow Jones Sustainability Index World che valuta oltre 2000 aziende al mondo.
L’inclusione è particolarmente significativa perché sono solo 6 le aziende italiane confermate nell’indice, che registra con la massima autorevolezza i 316 campioni mondiali di sostenibilità.
Il Gruppo si è aggiudicato 97/100, in aumento di 3 punti rispetto al 2015, nella dimensione ambientale posizionandosi al livello più alto nel settore Electric Utilities.
Migliora di 3 punti percentuali anche il risultato nella dimensione economica, quella che valuta la qualità della gestione e gli aspetti come il risk management, l’anticorruzione, la gestione della catena di fornitura e l’applicazione del principio di materialità, dove Terna ha raggiunto il massimo del punteggio. Il criterio della materialità, di nuova introduzione, riconosce la coerenza dell’approccio di sostenibilità di Terna, dall'identificazione dei temi più fortemente connessi con la creazione di valore alla loro gestione attraverso politiche e strumenti dedicati, inclusa l’executive compensation.
“Questa nuova conferma nel Dow Jones Sustainability Index ci rende particolarmente orgogliosi poiché riconosce a Terna uno standing internazionale ai massimi livelli anche sui temi della sostenibilità”, ha commentato l’Amministratore Delegato di Terna Matteo Del Fante. “Il risultato di oggi premia la nostra capacità di fare business in modo sostenibile e trasparente e, al tempo stesso, rappresenta per il Gruppo un’indicazione preziosa su come orientare le nostre decisioni per migliorare ancora.”

Cosa ne pensi di questa notizia?