Logo ImpresaGreen.it

Prysmian: commessa per il cablaggio di un parco eolico offshore in Usa

I cavi sottomarini saranno prodotti nei centri di Prysmian Group di Pikkala (Finlandia) e Arco Felice (Italia).

Redazione ImpresaGreen

Prysmian si è aggiudicato una commessa del valore di circa €200 milioni assegnata da Vineyard Wind, società statunitense attiva nello sviluppo di parchi eolici offshore posseduta al 50% dai fondi Copenhagen Infrastructure Partners e 50% da Avangrid Renewables (parte di Iberdrola Group), per lo sviluppo di un sistema in cavo sottomarino che porterà energia rinnovabile alla rete elettrica di terraferma. La Notice to Porceed è attesa entro la fine del 2019.
Prysmian sarà responsabile per la progettazione, produzione, installazione e collaudo di un sistema in cavo ad alta tensione in corrente alternata (HVAC – High Voltage Alternating Current) composto da due cavi tripolari da 220 kV con isolamento estruso XLPE. Il sistema coprirà un tracciato di 134 km di cavi. I cavi sottomarini saranno prodotti nei centri di eccellenza di Prysmian Group di Pikkala (Finlandia) e Arco Felice (Italia). Le operazioni di installazione saranno realizzate con le navi posacavi del Gruppo, Cable Enterprise e Ulisse. La consegna e il collaudo del progetto sono previste per il 2021.
Prysmian fornirà anche un sistema PRY-CAM per il monitoraggio permanente del collegamento elettrico, composto da soluzioni DTS (Distributed Temperature Sensing) e RTTR (Real Time Thermal Rating) e analisi dei dati, effettuata con un algoritmo di intelligenza artificiale che consente di identificare eventuali malfunzionamenti del sistema attraverso la generazione di allarmi automatici.
PRY-CAM è la tecnologia sviluppata dal Gruppo che permette di raccogliere in tempo reale informazioni dettagliate, accurate e affidabili, per supportare i proprietari e i gestori di asset elettrici nell’ottimizzare i tempi di funzionamento, i cicli di vita e la sicurezza dei sistemi monitorati, con una contestuale riduzione dei costi e dei rischi legati alla manutenzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 20/05/2019

Tag: