Logo ImpresaGreen.it

PFU Zero: a Sorrento raccolti oltre 1600 kg di PFU

Il viaggio di PFU Zero sulle coste italiane continua: prossima tappa Gaeta (giovedì 6 giugno), Milazzo (sabato 8 giugno), Caterina di Nardò (giovedì 13 giugno), Pantelleria (martedì 16 luglio) e Lampedusa alla fine di settembre.

Redazione ImpresaGreen

Dopo aver effettuato oltre 40 interventi negli anni scorsi ripulendo i mari di splendide isole minori e di alcuni tra i più bei litorali della penisola, Marevivo ed EcoTyre hanno dato il via oggi a Sorrento alla sesta edizione del progetto PFU Zero sulle coste italiane, la campagna di sensibilizzazione e di raccolta e recupero degli pneumatici fuori uso (PFU) abbandonati in mare e a terra.
I subacquei hanno raccolto oltre 1600 kg di gomme giunte a fine vita nell'area antistante il Porto Turistico di Marina Piccola. Nel dettaglio giacevano sui fondali circa 40 pneumatici di camion che saranno recuperati alle ore 19 da un mezzo di EcoTyre per condurli agli impianti di trattamento.
Gli PFU saranno ora condotti dai mezzi del Consorzio EcoTyre agli impianti di trattamento per essere correttamente gestiti. Sono, infatti, una tipologia di rifiuto cosiddetta permanente (se lasciata in natura e in mare necessita di centinaia di anni per degradarsi completamente); se gestita in modo corretto, invece, è riciclabile al 100%.
La maggior parte delle gomme giunte a fine vita viene triturata generando il cosiddetto "granulato di gomma", un materiale di riciclo riutilizzabile per diversi usi come i fondi stradali e le superfici sportive, per l'isolamento o per l'arredo urbano.
Grazie al progetto da Gomma a Gomma, ideato da EcoTyre in Italia e sviluppato grazie alla collaborazione di partner tecnici italiani e internazionali, è stato realizzato il primo pneumatico verde contenente il 20% di gomma riciclata, devulcanizzata e derivante dal trattamento di PFU raccolti. Dalle analisi effettuate gli pneumatici test montati su 20 camion EcoTyre hanno mostrato caratteristiche di durata e resistenza analoghe, e in alcuni casi migliori, a quelli convenzionali.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 03/06/2019

Tag: