Logo ImpresaGreen.it

Grohe, obiettivo neutralità CO2 entro il 2020

Grohe ha aumentato del 24% la propria efficienza energetica e ha ridotto del 40% le emissioni di gas serra, andando ben oltre il raggiungimento dei propri obiettivi in materia di sostenibilità ambientale.

Redazione ImpresaGreen

Il tema della sostenibilità ambientale è considerato un elemento imprescindibile nella strategia aziendale di Grohe. Già nel 2000 il brand internazionale, leader nelle soluzioni complete per il bagno e sistemi per la cucina, aveva deciso di adottare "principi e linee guida per la sostenibilità ambientale" al fine di migliorare costantemente tutti i prodotti, i processi produttivi e i servizi a tutela dell'ambiente. Da allora, GROHE ha imposto nuovi standard di settore, adottando un approccio alla sostenibilità a 360 gradi, che coinvolge i propri impiegati, fornitori, clienti, processi produttivi e prodotti, così come e il contributo sociale fornito dall'azienda.
Con l'obiettivo di diventare il primo produttore nel settore idrotermosanitario a raggiungere la neutralità nell’emissione di CO2 entro il 2020, GROHE ha ancora una volta rafforzato il proprio impegno: lo scorso luglio infatti, tutti i cinque stabilimenti GROHE, così come i centri logistici presenti in Germania, sono stati riconvertiti e sono oggi alimentati con energia elettrica verde, come parte dell'iniziativa "GROHE ZERO". Il prossimo aprile 2020, con l'inizio del nuovo anno fiscale, GROHE controbilancerà le emissioni di CO2 inevitabili, realizzando due progetti di compensazione.
"Oggi più che mai, ai produttori come GROHE viene chiesto di assumere un atteggiamento responsabile e di migliorare costantemente in materia di sostenibilità ambientale", ha dichiarato Thomas Fuhr, CEO di Grohe. "Per anni abbiamo investito non solo in ricerca e sviluppo, per produrre soluzioni smart e sostenibili, ma anche in una catena di valori che fosse fondata sul risparmio delle risorse. Oggi, con “GROHE ZERO”, vogliamo essere da esempio per tutto il settore industriale in cui operiamo, affrontando attivamente il problema delle emissioni di CO2, evitandone sempre più la produzione o, nei casi in cui non fosse possibile, adottando misure compensative".
Questa iniziativa è direttamente ricollegabile alle diverse misure attivate presso gli stabilimenti GROHE, finalizzate alla riduzione a lungo termine delle emissioni di carbonio e alla conservazione delle risorse: GROHE ha investito in impianti di cogenerazione, ha ricevuto la certificazione Silver dal German Sustainable Building Council per l'ampliamento dello stabilimento di Klaeng, in Tailandia, e ha costruito un laboratorio sperimentale all’avanguardia a Hemer, in Germania.
Inoltre, GROHE utilizza tecnologie avanzate che favoriscono l'aumento della sostenibilità, come per esempio la stampa 3D su metallo, introdotta quest'anno, che permette di risparmiare sui materiali utilizzati.
Come risultato, GROHE ha aumentato del 24% la propria efficienza energetica e dal 2014, anno in cui l'azienda si è dotata di un programma per la sostenibilità ambientale, ha ridotto del 40% le emissioni di gas serra, superando ampiamente di almeno il 20% gli obiettivi prefissati per il 2021.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 18/11/2019

Tag: