Logo ImpresaGreen.it

Via il polo energie rinnovabili di Macchiareddu

La produzione annua stimata soddisferà il fabbisogno di 140 mila famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di 220 mila tonnellate all’anno di CO2.

Redazione ImpresaGreen

Enel Green Power e SECI Energia hanno presentato oggi al Presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci, il progetto del “Polo Energie Rinnovabili di Macchiareddu”, realizzato da Powercrop, joint venture paritetica tra le due società.  
Il progetto, approvato dal Comitato Interministeriale e classificato di “Interesse Nazionale”, rientra nel programma di riconversione dell’ex zuccherificio Villasor di Eridania Sadam, con il ricollocamento in Powercrop dei lavoratori attualmente in cassa integrazione.  
I lavori coinvolgeranno nella fase di cantiere circa 200 persone, mentre a regime la nuova realtà produttiva occuperà circa 270 lavoratori tra diretti e indotto.  
Il Polo, che sorgerà nell’area industriale di Macchiareddu, nel comune di Assemini, sarà costituito da una centrale elettrica da circa 50 MW composta da una caldaia da 25 MW alimentata da cippato di legno vergine da filiera e da panello di spremitura; da due motori da circa 11 MW ciascuno alimentati ad olio vegetale ricavato dalla spremitura in sito di semi oleaginosi; da un impianto a biogas da circa 2 MW che valorizzi altre biomasse locali, e da un impianto fotovoltaico da circa 200 kW. La produzione annua complessiva stimata soddisferà il fabbisogno di 140 mila famiglie, evitando l’emissione in atmosfera di 220 mila tonnellate all’anno di CO2.  
Per l’alimentazione a regime del Polo, saranno necessarie circa 100 mila tonnellate all’anno di semi da oleaginose, oltre a 105.000 tonnellate all’anno di cippato di legno vergine da filiera. In tale direzione, già dal 2006 sono state avviate, in diverse aree della Regione, le attività di coltivazione di eucalipto, creando nuove opportunità per circa 150 aziende agricole che utilizzano le loro superfici per la produzione di biomasse anche con finalità energy.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 03/07/2013

Tag: