Logo ImpresaGreen.it

Bielorussia: un mercato emergente per le rinnovabili

In occasione di Ecomondo, un incontro con i rappresentati delle associazioni di categoria Bielorusse, per parlare delle prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili in questo paese.

Redazione ImpresaGreen

La Bielorussia si appresta a vivere un periodo di grande sviluppo nel settore dell’energia da fonti rinnovabili, con l’obiettivo di diventare nei prossimi anni uno dei principali produttori di energia “verde” dell’ex blocco sovietico. Secondo i dati promulgati dall’Agenzia Nazionale per gli investimenti e le privatizzazioni, attualmente le FER coprono il 5,2% del fabbisogno energetico lordo, ma i piani di sviluppo governativi puntano ad espandere la quota dell’energia rinnovabile e domestica al 32-34% entro il 2020.
In particolare, la Bielorussia offre un significativo potenziale di crescita per le biomasse agricole e forestali – attualmente già in forte sviluppo - e un discreto potenziale nei settori idroelettrico, eolico e solare, che invece sono ancora poco diffusi.  
Questo è quanto emerso lo scorso 6 novembre in occasione della conferenza stampa internazionale di BREA (Belarusian Renewable Energy Association), l’associazione di riferimento sul territorio bielorusso per il settore delle energie rinnovabili, realizzata nell’ambito di Ecomondo (Rimini Fiera).
L’evento, organizzato da Nonsoloambiente.it – magazine online dedicato all’informazione ambientale – ha offerto una panoramica aggiornata sulla diffusione delle energie rinnovabili in Bielorussia e sulle principali tendenze future. In occasione dell’evento, si è parlato anche del progetto Capacity building, finanziato dal Governo Italiano attraverso il Fondo dell’Iniziativa Centro Europea presso la BERS (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo) e realizzato da BREA in collaborazione con MWH, società multinazionale di consulenza e ingegneria ambientale.  

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 22/11/2013

Tag: