Leroy Merlin: a Vicenza e Verona la raccolta differenziata si fa in negozio

I nuovi cassonetti automatizzati di prossimità permettono il conferimento gratuito di piccoli utensili ed elettrodomestici, lampadine a risparmio energetico esauste e cellulari.

Pubblicata il: 28/04/2016 14:43

Redazione ImpresaGreen

Nei punti vendita Leroy Merlin di Torri di Quartesolo (Vicenza) e di San Giovanni Lupatoto (Verona) sono arrivate le innovative EcoIsole RAEE.
Ecolight, consorzio nazionale per la gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, ha posizionato oggi, giovedì 28 aprile, i primi due cassonetti intelligenti delle province di Vicenza e di Verona dove i cittadini possono conferire gratuitamente piccoli elettrodomestici, elettronica di consumo, lampadine a risparmio energetico e neon non più funzionanti contribuendo ad un maggiore rispetto dell’ambiente.
I rifiuti elettronici rappresentano infatti un’importante risorsa: essendo riciclabili per oltre il 90% del loro peso, se correttamente raccolti e trattati, possono fornire significativi volumi di materie prime seconde come plastica, metalli e vetro. I piccoli rifiuti elettronici in particolare sono quelli più difficili da raccogliere: si stima che solamente il 20% segua un corretto percorso di raccolta, recupero e smaltimento. 
Come funziona? L’EcoIsola ha dimensioni contenute (1,5x1,2x1,5 metri) ed è interamente automatizzata. Al consumatore è sufficiente indicare il tipo di prodotto da smaltire (se un piccolo elettrodomestico o una lampadina) e identificarsi strisciando la Carta regionale dei servizi. La macchina sbloccherà lo sportello dove inserire il rifiuto. A conferma dell’avvenuto conferimento, al termine sarà rilasciato uno scontrino. Quando i contenitori interni sono pieni, la macchina avvisa i tecnici per lo svuotamento via sms. I rifiuti conferiti vengono così tracciati dal momento del conferimento fino al trattamento e recupero, nell’intento di prevenire il traffico illegale dei RAEE. Inoltre, i cittadini avranno sempre la certezza che i materiali conferiti seguiranno la filiera corretta e che il loro gesto porterà benefici all’ambiente.

Cosa ne pensi di questa notizia?