GE Ventures supporta la mission di sonnen per creare l’utility energetica del futuro

Con sede centrale in Germania, nel distretto energetico di Wildpoldsried, sonnen sviluppa e produce la “sonnenBatterie”, sistema di accumulo intelligente al litio.

Pubblicata il: 08/06/2016 11:37

Redazione ImpresaGreen

GE Ventures, società di venture capital di General Electric, ha annunciato un investimento in sonnen Group, il più grande produttore europeo di sistemi di accumulo intelligenti agli ioni di litio ad utilizzo residenziale e gestore della prima piattaforma online di condivisione dell’energia.
“sonnen sta contribuendo a ridisegnare il settore energetico”, ha dichiarato Jonathan Pulitzer, Managing Director di GE Ventures. “Noi crediamo nella visione di sonnen, e questo è il motivo per cui con grande entusiasmo abbiamo deciso di collaborare con loro per fornire energia pulita e accessibile a tutti”.
Christoph Ostermann Co-Founder e CEO di sonnen Group ha aggiunto: “Grazie alla collaborazione con GE Ventures, non abbiamo solo stretto una partnership con una delle più grandi aziende nel settore delle tecnologie per energia e acqua, ma abbiamo anche guadagnato un sostenitore che supporta la nostra visione che ha come obiettivo un futuro energetico sostenibile e alla portata di tutti”.
In qualità di azienda Digital Industrial globale, General Electric opera in diversi segmenti: Power, Renewable Energy, Oil & Gas, Energy Connections, Aviation, Healthcare, Transportation, Appliances and Digital. In ciascuna divisione, GE fornisce una vasta gamma di tecnologie per la produzione e la fornitura di energia, e per i processi ad acqua.Sonnen sviluppa e produce la “sonnenBatterie”, sistema di accumulo intelligente al litio che ha permesso a più di 10.000 famiglie nel mondo di soddisfare i propri bisogni energetici grazie all’auto-produzione e relativo consumo di energia da fonte rinnovabile.
Le famiglie che fanno parte della “sonnenCommunity” possono anche condividere l’energia auto-prodotta tra loro e possono diventare completamente indipendenti dai tradizionali fornitori di energia.

Cosa ne pensi di questa notizia?