Brasile: energia eolica e solare al primo posto

Il Brasile è il terzo più grande mercato al mondo per le energie rinnovabili dopo la Cina e gli Stati Uniti.

Pubblicata il: 20/06/2018 14:58

Redazione ImpresaGreen.it

Dal 20 al 22 giugno i nomi più influenti dell’energia mondiale si incontreranno a Monaco di Baviera per partecipare a "The smarter E Europe" la più grande e innovativa piattaforma con più di quattro fiere in contemporanea dedicate a produzione, stoccaggio, distribuzione e utilizzo dell’energia. Di particolare interesse l’interazione intersettoriale.
Anche il mercato energetico brasiliano ha obiettivi ambiziosi nell’area delle soluzioni e delle tecnologie energetiche intersettoriali con una speciale attenzione alle energie rinnovabili come quella eolica e solare.
Il Brasile è il terzo più grande mercato al mondo per le energie rinnovabili dopo la Cina e gli Stati Uniti. Si stima che la percentuale di energie rinnovabili (centrali idroelettriche di piccole dimensioni, a biomasse, energia eolica e solare) utilizzata nella fornitura nazionale passi dall’8,2% del 2017 a oltre il 23% entro il 2030.  
Considerando le sue dimensioni, il Brasile è l'economia mondiale con la produzione energetica più sostenibile, circa l'82% della nostra elettricità arriva da fonti rinnovabili. Con la firma del contratto COP21 a Parigi, ci siamo impegnati ad aumentare questa percentuale” spiega Roberto Jaguaribe, presidente di Apex-Brasil, agenzia governativa brasiliana per la promozione del commercio e degli investimenti esteri. Questo richiede degli sforzi economici: nel 2016 per esempio sono stati investiti 4,35 miliardi di euro in energia eolica, che corrisponde al 78% di tutti gli investimenti in energia pulita. 
Nonostante il vento in Brasile soffi tutto l'anno, l'industria dell'energia eolica è ancora molto prematura, ma gli ultimi investimenti stanno iniziando a dare i loro frutti. La nuova farm CPFL Renováveis vicino a Sao Miguel do Gostoso nel nord del Brasile ha attualmente una portata di più di 2.1 gigawatts di energia. In aggiunta alle wind farm, CPFL Renováveis lavora anche con gli impianti solari, centrali idroelettriche di piccole dimensioni (SHPPs) e gli impianti termoelettrici alimentati con lo zucchero di canna. Ma soprattutto, la portata di produzione di energia eolica è di 13 gigawatt, molto più alta della media mondiale. 
Oltre al vento, il Brasile ha molte lunghe giornate assolate e l'energia solare è una fonte affidabile con un grande potenziale per ulteriori sviluppi. L'azienda francese EDF Energies Nouvelles sta lavorando al completamento del complesso solare Pirapora, 800 ettari vicino al Montes Claros. Quest'anno dopo il suo completamento, 420.000 case saranno alimentate con l'energia solare. Nel 2012 è stato creato un network nazionale che apre nuove opportunità per decentralizzare la produzione di energia. In 10 anni il piano del Brasile è quello di aumentare la capacità dall'attuale 1 gigawatt a 13 gigawatt.

Cosa ne pensi di questa notizia?