Enel, occhi puntati verso una centrale elettrica a carbone

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore, l'Enel starebbe per costruire a Rossano Calabro una centrale elettrica a carbone, investendo nel progetto quasi 1,5 miliardi.

Pubblicata il: 07/05/2010 09:00

Redazione GreenCity

1, 5 miliardi: questa la somma che, secondo quanto ha riportato Il Sole 24 Ore, Enel ha intenzione di investire in un nuovo progetto energetico.
La società, infatti, sarebbe in procinto di dare avvio alla produzione di un impianto a Rossano Calabro, sulla costa cosentina, per l'esattezza di una nuova centrale elettrica a carbone.
Il combustibile a basso costo rientra quindi nei pieni di Enel, intenzionata ad allargare al Mezzogiorno la produzione del carbone pulito.
Come spiega Il Sole 24 Ore, l'investimento consentirà di abbattere le emissioni del vecchio impianto e di dare rilievo alle energie rinnovabili, producendo una centrale solare termodinamica e un impianto a biomasse, cioè a combustibile vegetale.
Secondo il Sia, ossia lo studio sull'impatto ambientale della struttura, presentato da Enel al ministero dell'Ambiente i giorni scorsi, la futura centrale avrà una capacità totale pari a 1.260 megawatt tra l'impianto a carbone, un gruppo che userà metano, una caldaia a combustibile vegetale e una parte con il solare.
Infine, la società ha posto un occhio di riguardo sul trasporto del carbone: verrà costruito un lungo pontile che permetterà alle navi carboniere di scaricare il combustibile al largo, così da evitare di impolverare di nero la zona circostante; il trasporto del carbone avverrà in modo da impedire la dispersione della polvere nell'aria.

Cosa ne pensi di questa notizia?