Comitato IFI: due nuovi produttori di moduli fotovoltaici fanno il loro ingresso nell'associazione

Il presidente Cremonesi: “Un’industria nazionale coesa per raccogliere dal nuovo Governo un indirizzo chiaro e strategico a supporto del nostro settore e una maggior tutela contro il dumping cinese”.

Pubblicata il: 05/03/2013 09:34

Redazione ImpresaGreen

Il Comitato IFI, associazione che riunisce l’80% dei produttori nazionali di celle e moduli fotovoltaici, ha deliberato l’ingresso tra i propri associati di Eosolare e Waris Solar, aziende italiane produttrici di moduli e soluzioni fotovoltaiche.   
Waris Solar, è un progetto che nasce nel 2009 dall’esperienza di un gruppo internazionale che porta la propria esperienza tecnica e innovativa  nel settore delle energie rinnovabili come produttrice di moduli fotovoltaici. Lo sviluppo di Waris Solar è finalizzato alla continua ricerca di soluzioni innovative semplici e applicabili da diffondere tra il pubblico per aumentare la consapevolezza che il futuro e la qualità della vita possono essere migliori grazie alle soluzioni fotovoltaiche. La capacità produttiva dell'azienda situata a Condino (Tn) si attesta a 15 MW.  
Eosolare, nata nel 2005, in brevissimo tempo si è imposta come azienda leader in Europa per la produzione di soluzioni fotovoltaiche ad alta efficienza. Lo stabilimento produttivo si trova a nella zona industriale di Garaguso Scalo, in provincia di Matera (Basilicata). Eosolare è dotato di due linee produttive, l’ultima inaugurata nel 2011, che consentono di raggiungere una potenza produttiva di 50MW annui.
Siamo felici di dare il benvenuto Waris Solar e a Eosolare - commenta Alessandro Cremonesi, Presidente di Comitato IFIl’ingresso di queste due aziende aggiunge ulteriore valore e autorevolezza al Comitato IFI nel percorrere questa fase delicata di cammino dell’industria italiana del fotovoltaico, soprattutto in vista dell’insediamento di un nuovo Governo dal quale ci attendiamo un indirizzo chiaro e strategico per lo sviluppo del settore fotovoltaico e una maggior tutela nella lotta contro il dumping cinese. Le dichiarazioni di Pizzini e Dimasi mi trovano pienamente d’accordo: avere nella nostra Associazione due player come Waris Solar ed Eosolare - conclude Cremonesi offre la possibilità al Comitato IFI di ottenere più valore ed esperienza grazie alla condivisione di principi, filosofia, e impegno nella salvaguardia del Made in Italy”.

Cosa ne pensi di questa notizia?