Logo ImpresaGreen.it

EGP e Seci Energia insieme per lo sviluppo di impianti a biomasse

Con l’acquisizione del 50% di Powercrop, Enel Green Power attiva una collaborazione ad ampio spettro con la società del Gruppo Maccaferri per lo sviluppo delle biomasse a filiera corta.

Redazione ImpresaGreen

Enel Green Power e Seci Energia hanno firmato l’accordo definitivo per l’acquisizione del 50% di Powercrop, società del Gruppo Maccaferri dedicata alla riconversione energetica a biomasse degli ex zuccherifici Eridania.
Con questa acquisizione, Enel Green Power attiva una collaborazione ad ampio spettro con Seci Energia per lo sviluppo delle energie da biomasse a filiera corta, mediante la realizzazione di cinque nuovi impianti ad alta efficienza con una capacità installata complessiva di 150 MW che, una volta realizzati, potrebbero arrivare a generare fino a un miliardo di chilowattora.
La realizzazione dei cinque progetti di riconversione - Russi (RA) con una potenza di 31 MW, Macchiareddu (CA) da 50 MW, Castiglion Fiorentino (AR) da 19 MW, Fermo (FM) da 19 MW ed Avezzano (AQ) da 30 MW - che garantiranno il ricollocamento dei lavoratori degli ex zuccherifici, consente il completamento del percorso di recupero iniziato a valle della  riforma del settore saccarifero, restituendo opportunità di sviluppo ad alcuni tra i più importanti  distretti agricoli nazionali, con una notevole ricaduta economica sui territori.   “Il closing di questo accordo testimonia la volontà di Enel Green Power di sviluppare la biomassa agricola a filiera corta - ha commentato  Francesco Starace, Amministratore Delegato di Enel Green Power - “L’investimento sulle biomasse locali consente la piena valorizzazione delle risorse presenti sul territorio e l’incremento dell’indotto. Grazie alla partnership con SECI, che  unisce  in una visione condivisa le competenze dei due gruppi, sarà possibile realizzare la più importante rete di impianti a biomassa di filiera sul territorio europeo”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaGreen.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 27/03/2013

Tag: