Centrica festeggia la 100° unità e presenta i numeri della cogenerazione in Italia

La consegna della 100° unità di cogenerazione è per l’azienda l’occasione per fare il punto sulla sua attività e sul mercato dell’energia distribuita in Italia.

Pubblicata il: 16/10/2018 09:05

Redazione ImpresaGreen.it

Centrica Business Solutions ha annunciato di aver recentemente consegnato il suo 100° impianto di cogenerazione in Italia. Si tratta di un’unità da 1.286 kW, dotata di motore MTU, installata in Lombardia per una rinomata azienda produttrice di salumi.
Leader nella fornitura di tecnologie di generazione on site dell’energia, come la cogenerazione di energia elettrica e termica (CHP), Centrica segue tutte le fasi dei progetti, dallo studio iniziale e dalla produzione in-house fino alla manutenzione a lungo termine, fornendo dal singolo modulo alla soluzione impiantistica “chiavi in mano”.
Dei 100 impianti di cogenerazione da 35kW a 10MW installati in Italia da Centrica Business Solutions (oltre 3.000 a livello mondiale), più di un terzo appartengono alsettore manifatturiero e all’industria del Food & Beverage. Si tratta di unità di cogenerazione e trigenerazione di grande dimensione, con diversi case study nell’industria plastica (tra cui Fitt, LAR e IPR), conciaria (IC – Industria Conciaria), cartaria (Favini), delle bevande (Coca-Cola), salumifici e industrie pastarie/dolciarie.Questa tipologia di aziende, infatti, è quella che beneficia maggiormente della cogenerazione, ottenendo una maggiore efficienza produttiva grazie a processi più snelli e sostenibili, che riducono i costi energetici fino al 40% e le emissioni di CO2. Inoltre, assicurano una fornitura stabile e continua di energia per proteggere la qualità del prodotto.
Christian StellaManaging Director di Centrica Business Solutions Italia, commenta: “Tra i settori più virtuosi, che stanno ottenendo i maggiori vantaggi dall’adozione della cogenerazione, ai primi posti ci sono le cartiere, l’industria plastica e il settore conciario. Seguono l’industria farmaceutica, quella chimica e il Food & Beverage. Questi settori sono caratterizzati da processi produttivi particolarmente energy intensive, quali l'essicazione, lo stampaggio, il riscaldamento o il raffreddamento, in funzione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. L'energia rappresenta, quindi, una quota significativa dei costi operativi complessivi. Per questo le aziende di questo settore investono sempre più in soluzioni energetiche avanzate che oltre a consistenti risparmi nei costi, fanno registrare risultati migliori in una serie di indicatori chiave aziendali tra cui crescita finanziaria, efficienza, innovazione e soddisfazione del cliente". 
Altri settori dove la cogenerazione trova applicazione sono lo Sport & Leisure e il settore Turistico Alberghiero, con numerose unità consegnate, prevalentemente di dimensione medio/piccola. Segue la Sanità, con un quarto degli impianti e una dimensione medio/grande.Il Nord Italia si attesta l’area più efficiente con la maggior parte degli impianti installati nel Nord Ovest (37%) e nel Nord Est (35%), seguono Centro e Sud Italia (14% rispettivamente). 
Per quanto riguarda la dimensione degli impianti, si registra una distribuzione piuttosto omogenea di unità di piccola, media e grande taglia, per un totale di circa 50 MW di potenza installata. La consapevolezza delle opportunità commerciali che presentano gli investimenti energetici è ben percepita dalle aziende italiane, con circa il 95% che dichiara di comprendere appieno i vantaggi di soluzioni energetiche avanzate. Ma vi è un forte divario tra le aspirazioni delle imprese e le azioni che ne derivano: molte aziende riconoscono i vantaggi derivanti dai miglioramenti in campo energetico, ma non sanno dove o come investire.

Cosa ne pensi di questa notizia?